Star Wars: Gli ultimi Jedi – tra critiche ed elogi

Star Wars: gli ultimi Jedi è l’ottavo capitolo della saga e il secondo della trilogia sequel ambientata 30 anni dopo. In questo nuovo capitolo la coraggiosa Rey tenta di convincere Luke Skywalker a tornare a combattere al fianco della resistenza, ma quest’ultimo non ne vuole sapere.

Star Wars: Episodio VIII – Gli ultimi Jedi, presentato a Los Angeles il 9 Dicembre, è uscito nelle sale il 13 Dicembre in Italia ed il 17 Dicembre negli Stati Uniti. Il film, nonostante le numerose critiche ricevute, si classifica al primo posto nel box office mondiale del 2017, incassando oltre 1 miliardo e 300 milioni di dollari. Nonostante ciò, il secondo capitolo della nuova trilogia di Star Wars, firmata Disney, ha subito un calo del 32% rispetto al primo capitolo, Il Risveglio Della Forza, il quale aveva superato i 2 miliardi di dollari di incasso. Non è questo però un evento che segna il declino della saga, in quanto bisogna tener presente che il secondo capitolo non ha l’effetto sorpresa e la curiosità che suscitava il primo.

Fantastico secondo la critica ed un flop secondo gli appassionatigli ultimi jedi

I critici e i telespettatori occasionali ne sono entusiasti, mentre gli appassionati della serie sono rimasti a dir poco delusi dall’ultimo capitolo della saga. Ma perché questa grande differenza di opinioni? Tra i più grandi appassionati c’è chi dichiara morto il film sin dalle primissime scene, ritenendo alcune scene comiche a livelli demenziali, come il film-parodia Balle Spaziali. Senza contare poi un susseguirsi di cose che non funzionano con la storia stessa. Ma stiamo parlando di appassionati che hanno una spada laser in casa e che riescono a trovare ogni minima sfumatura. Gli spettatori occasionali, invece, ne sono rimasti entusiasti, tempestandolo di recensioni positive, che ha dato un nuovo slancio al film, dopo il flop che lo aveva visto protagonista inizialmente, con le critiche negative ricevute dagli appassionati.

E che dire degli esperti?

Anche loro ne sono entusiasti, tralasciando qualche particolare di non troppo rilievo il film è risultato essere davvero ben fatto. La scenografia è incredibile, e, secondo alcuni critici, addirittura la migliore degli ultimi tempi. I personaggi ben fatti e armoniosamente inseriti nel contesto. Mentre alcune scene non hanno funzionato alla perfezione, ritenute da alcuni un po’ troppo lunghe. C’è comunque da domandarsi quale sia il destino della saga nelle mani del colosso Disney. Matt Hill ha infatti dichiarato: “Ricordiamoci cos’è Star Wars, in soldoni: un film per bambini. Se hai più di 18 anni non sei nel target principale di questi film”. Evidentemente gli appassionati non sono assolutamente d’accordo con questa affermazione ed avrebbero preferito un film all’altezza delle loro aspettative.

Spettatori e critici si dividono quindi in due: chi consiglia a Disney di finirla qui per il bene della saga, e chi attende con ansia l’uscita del prossimo film.

Rian Johnson, regista di Star Wars: l’ultimo Jedi, è rimasto inizialmente contrariato dalle critiche ricevute, ma poi ha così dichiarato: “All’inizio mi hanno sorpreso, ma poi ho realizzato che le scene delle quali le persone si sono lamentate sono anche quelle delle quali sono più fiero”.

Per chi attende l’uscita di Star Wars 9

C’è come abbiamo detto chi, nonostante le critiche, attende con ansia di vedere cosa ci riserverà il nuovo capitolo che uscirà a Dicembre 2019. Il regista promette che il prossimo capitolo riuscirà a calmare le acque unendo le nuove generazioni che hanno positivamente accolto “Il risveglio della forza” e ”L’ultimo Jedi” con le vecchie generazioni, cresciute con i primi film, che non sono affatto contenti degli ultimi episodi. Staremo a vedere se Star Wars avrà una nuova svolta oppure no. Resta comunque il fatto indiscutibile che, critiche negative a parte, l’ultimo capitolo della saga, così come il precedente, è stato un successo globale, vista la posizione raggiunta al box office.

gli ultimi jedi

This post is also available in: enEnglish

Potrebbe piacerti anche

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.