Fortnite, il videogioco del momento

Fortnite

Fortnite è un videogioco di sopravvivenza realizzato dalla Epic Games e pubblicato gratuitamente quest’anno per Playstation 4, XBox One, Microsoft Windows, iOS e macOS. Fortnite è il videogioco del momento, il gioco che ormai tutti i videogiocatori o comunque i giovani conoscono, al quale almeno una volta tutti hanno giocato o assistito.

Come si gioca a FortniteFortnite

La tipologia di gioco di Fortnite è la Battle Royale, una sfida tutti contro tutti a cui solo il più forte sopravvive. Iniziamo scaricando la versione gratuita del gioco, per poi registrarci e creare il nostro avatar, vestendolo ed equipaggiandolo a nostro piacimento. Lo scopo del gioco quindi è quello di destreggiarsi tra 100 giocatori di tutto il mondo, in una mappa open world, dove nascondersi, cercare le armi, costruire rifugi, esplorare, cercare ed affrontare gli altri, cercando di rimanere l’unico sopravvissuto. Il tutto inizia a bordo di un aereo, o meglio di uno scuolabus sospeso nel vuoto, dal quale scegliere il punto migliore dove iniziare la nostra avventura, nell’isola sottostante, e catapultarci lì, lanciandoci con il paracadute assieme agli altri giocatori. Benché non esista un tempo limite, il campo di gioco si riduce man mano, in piccoli cerchi concentrici, a causa di una nebbia che diventa man mano più tossica e che ci uccide se rimaniamo fuori dal cerchio. Questo ci porta inevitabilmente a scontrarci con gli altri, in un campo di battaglia sempre più piccolo e privo di nascondigli. Oltre ad armi, scudi ed equipaggiamenti, sparsi per la mappa di gioco e racchiusi in forzieri, mentre settiamo il nostro avatar per le battaglie finali, dobbiamo ricordarci di raccogliere materiali, che serviranno alla costruzione di fortini e scappatoie. Questo è un elemento in più rispetto agli altri Battle Royale che ci permette di sfruttare a pieno tutte le nostre abilità da videogiocatore. Oltre alla modalità tutti contro tutti ci sono anche le modalità in coppia ed in squadre da tre o quattro elementi.

Un videogioco da recordFortnite

Milioni di videogiocatori intasano i server di Fortnite ogni giorno, in un Battle Royale che sta diventando virale e praticamente impossibile non conoscere, mettendo a rischio case video ludiche storiche che vedono crollare le proprie utenze, le quali si concentrano oramai maggiormente sul videogioco del momento. Secondo gli ultimi dati, infatti, Fortnite sembra essere il videogioco più giocato su console e PC, sorpassando quello che fino ad oggi era il leader indiscusso, Grand Theft Auto, e non accenna a diminuire. Gli incassi della Epic Games inoltre sono da capogiro, oltre 2 milioni di dollari al giorno, pensando tra l’altro che stiamo parlando di una versione gratuita e che gli incassi derivano solamente dalla compravendita di vestiti e mosse, armi e gadget, per di più non necessari al gioco. Gli incassi sono stati capaci già nei primi mesi di superare quelli finora imbattuti di altri videogiochi gratuiti virali quali Clash of Clans e Clash Royale.

Tutti lo adorano

I fan come detto sono milioni ed il fenomeno Fortnite ha conquistato tutti, ma proprio tutti. I maggiori youtuber, infatti, stanno facendo milioni grazie ai gameplay del videogioco. Il videogiocatore Ninja, considerato da molti il più forte giocatore di Fortnite, ha recentemente dichiarato che grazie ai suoi gameplay riesce a guadagnare quasi un milione e mezzo al mese. Ed il fenomeno non si ferma qui, è riuscito a conquistare anche il mondo dello spettacolo, ampliando così sempre di più il suo pubblico. Il cantante Drake, ha raggiunto i 600 mila spettatori in contemporanea, postando una sua sessione di gioco, mentre calciatori come Dele Alli, Harry Kane e Antoine Griezmann, oltre a postare le proprie partite a Fortnite, hanno iniziato a portarle anche sui campi di calcio, riproducendo le stesse esultanze del videogioco dopo un goal.

This post is also available in: enEnglish

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Accedi con



This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.