God of War 4: 5 consigli per godersi il gioco (no spoiler)

God of War

Se siete fan storici di una saga come quella di God of War dovete assolutamente essere al corrente che avete dinanzi un gioco che, almeno per ciò che riguarda alcune meccaniche, è completamente diverso rispetto ai precedenti.
Proprio per tale motivo risulta fondamentale essere “preparati” all’impatto che questo titolo può dare soprattutto per chi è un affezionato estimatore di Kratos e Co.
Nello specifico andiamo a vedere 5 consigli per godersi al meglio questo capolavoro.

Avere pazienza

God of War

La prima cosa da sapere è che ci troviamo dinanzi ad un God of War che ha abbandonato la sua linearità per far posto ad un mondo molto più aperto ed esplorabile in tutte le sue componenti. Mentre nei titoli precedenti infatti si doveva seguire bene o male degli schemi già predisposti, all’interno di questa nuova uscita ci sono molte più cose da fare: vari tipi di missioni, luoghi da esplorare, combattimenti facoltativi, abilità da guadagnare, ecc.

Insomma un gioco che porterà via almeno 20 ore per quanto riguarda la trama principale e almeno il doppio per tutti coloro che sono intenzionati a non perdersi nemmeno un dettaglio.
Proprio per questo la pazienza è fondamentale anche se, una volta abituati a queste nuove meccaniche, sarà difficile voler smettere di giocare.

Dimenticarsi delle Spade del Caos

God of War

Com’è facile intuire anche dai tanti trailer disponibili online in questo nuovo God of War non ci saranno più le famosissime Spade del Caos ma la gamma di armi utilizzabile da Kratos è lievemente cambiata.
In ogni caso una spicca in particolare ed è l’ascia, la quale si rivelerà senza dubbio tra le più utili. Oltre che in combattimento infatti quest’arma servirà anche per risolvere alcuni enigmi facoltativi ed obbligatori in maniera davvero brillante.

Pertanto meglio dimenticarsi delle Spade ed iniziare a fare pratica con questa nuova e fantastica arma.

Non potenziare immediatamente

God of War

Questo con ogni probabilità appare come il consiglio più strano, soprattutto per i fan storici di God of War i quali sono abituati a potenziare immediatamente le armi e le abilità di Kratos.
Tuttavia le meccaniche di questo titolo sono decisamente raffinate al punto tale che la combinazione di ogni arma e scudo da vita ad uno stile di combattimento.
Proprio per questo, prima di spendere senza freni, è fondamentale comprendere quale sia lo stile che ci rispecchia meglio in modo tale da andare ad “investire” proprio sulla tipologia di arma adatta.

Esplorare con attenzione

God of War

Ancora una volta i fan della saga di God of War storceranno il naso dinanzi a tale consiglio in quanto abituati ad andare dritti per la strada macinando uccisioni una dietro l’altra. Tuttavia come anticipato questo titolo offre molto di più e, anche in termini di tesori, è fondamentale essere sempre all’erta durante il proprio viaggio.

Molto spesso infatti le migliori armi o i migliori oggetti per potenziare sono nascosti in sentieri poco battuti magari dietro alberi o assi da distruggere. Proprio per questo è bene tenere gli occhi aperti in quanto non si sa mai cosa si potrebbe trovare durante le fasi di esplorazione.

Sfruttare Atreus

God of War

Come tutti sapranno Atreus è il figlio di Kratos ed è un personaggio che in tutto il corso di questo God of War accompagnerà il fantasma di Sparta nelle sue avventure. Atreus però non è un personaggio da sottovalutare in quanto, a differenza della maggior parte dei personaggi secondari da difendere i quali muoiono spesso a causa di una IA poco intelligente, sarà un aiuto fondamentale.

Egli infatti è in grado di lanciare frecce di vario genere le quali, oltre a far danno al nemico, possono anche creare diversivi e tattiche ad hoc. In più premendo L2 del gamepad si potrà anche mirare in prima persona per scoccare direttamente.

This post is also available in: enEnglish