Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

La piuma di dinosauro più antica del mondo

Un nuovo studio sulla piuma di dinosauro più antica del mondo ne svela l'origine sorprendente

In Germania, nel 1861, è stata rinvenuta la piuma di dinosauro più antica del mondo. Un recente studio del National Geographic e dell’Università della Florida ha ricostruito l’aspetto dell’Archaeopteryx, la specie di dinosauro a cui apparteneva.

La piuma di dinosauro tedesca

Una piuma di dinosauro fossilizzata, giunta fino ai giorni nostri e identica a come si presentava 150 milioni di anni fa. No, non stiamo parlando del nuovo capitolo della saga cinematografica di Jurassic Park. Quello che vi presentiamo oggi è un autentico “caso” che ha fatto a lungo discutere i paleontologi di tutto il mondo. Fino allo scorso anno, quando si è potuta confermare la paternità del prezioso reperto.

La piuma rinvenuta in Germania sarebbe infatti appartenuta a un dinosauro volante, l’Archaeopteryx. Fin dalla sua scoperta si era ventilato che potesse appartenere  a un esemplare di questa specie. Le opinioni in proposito, però, erano tutt’altro che unanimi. Quello che mancava erano le prove inconfutabili che la piuma appartenesse proprio a un Archaeopteryx e non a qualche altra specie piumata.

Di recente, però. un nuovo progetto di ricerca ha gettato luce sul mistero della piuma di dinosauro. Con le moderne tecnologie, si è potuto ricostruire l’aspetto dell’Archaeopteryx e confrontare il suo piumaggio con il fossile tedesco. Rivelando una corrispondenza così assoluta da sorprendere gli stessi ricercatori.

La piuma di dinosauro più antica del mondo? Arriva dalla Germania

La scoperta della piuma di dinosauro risale al lontano 1861. Il fossile è stato rinvenuto all’interno di una cava di calcare, in Germania e più esattamente nell’area della Baviera. La piuma risalirebbe a ben 150 milioni di anni fa; si tratta della più antica mai rinvenuta. Ma la piuma di dinosauro della Germania può vantare anche un altro primato. Infatti è il primo ritrovamento di un fossile appartenuto a un dinosauro alato nella storia della paleontologia.

Dalla data della sua scoperta, questo fossile è stato al centro di un’intensa diatriba scientifica. Ma per quale motivo una piuma fossilizzata ha scatenato tanto interesse e curiosità, arrivando a tenere accesa la ricerca anche ai giorni nostri?

Archaeopteryx
Uno scheletro di Archaeopteryx

Il nodo cruciale riguardava l’origine della piuma stessa. La prima ipotesi ventilata era che potesse appartenere a un Archaeopteryx, un dinosauro alato e volante delle dimensioni di un grosso corvo. Gli Archaeopteryx rappresentano l’anello di congiunzione fra i rettili del Giurassico e i volatili moderni; le loro ali erano piumate, e il muso appuntito richiamava già un becco chitinoso.

Questa teoria però non convinse il panorama scientifico internazionale. La piuma, per quanto intatta ed estremamente ben conservata, non era stata rinvenuta in prossimità di uno scheletro di Archaeopteryx. Non c’erano quindi prove certe che la paternità del fossile andasse attribuita proprio a questa specie di dinosauro. Secondo una corrente di pensiero scettica, la piuma sarebbe potuta appartenere a qualsiasi altro esemplare dotato di piume; dai Microraptor agli Anchiornis.

Ancora nel 2019, il paleontologo Michael Pittman dell’Università di Hong Kong avanzava così i suoi dubbi: “Non possiamo escludere a priori che la piuma sia stata persa da un dinosauro alato di un’altra specie.”

Ryan Carney, il ricercatore che vuol far volare di nuovo l’Archaeopteryx

A tornare a parlare della piuma di dinosauro è stato il Dr. Ryan Carney, dell’Università della Florida meridionale. Le analogie emerse dal suo studio non sembrano lasciare adito a dubbi; la piuma tedesca corrisponde esattamente a quella di un Archaeopteryx.

Esploratore per conto del National Geographic, il dottor Carney è da sempre appassionato del misterioso fossile tedesco. Al punto di tatuarsela perfino su un braccio, quella piuma, in occasione del centocinquantenario del ritrovamento. Carney ha perfino ricostruito un Archaeopteryx in 3D per un video del suo gruppo rock. Passione sfociata in una ricerca scientifica senza precedenti, e in una scoperta sbalorditiva.

La ricerca del dr Ryan sulla piuma di dinosauro tedesca ha rivelato una corrispondenza palese
La piuma di dinosauro tedesca corrisponde perfettamente al calco delle piume di uno scheletro di Archaeopteryx

Il team di ricercatori del dottor Carney si è servito di tecniche avanzate di imaging per digitalizzare le ali di uno scheletro di Archaeopteryx rinvenuto ad Altmühl. Una volta verificato che la curvatura e l’assetto del fossile tedesco fossero compatibili con l’ala, gli scienziati hanno confrontato il reperto con le impronte dello scheletro, piuma per piuma.

E il risultato è sorprendente.  La piuma di dinosauro tedesca infatti corrisponde perfettamente alle copritrici primarie dell’ala. Ma non solo; dalle scansioni sono emersi anche alcuni pigmenti melanici. Il dottor Carney ha potuto quindi stabilire con esattezza non solo il tipo di piuma e la sua funzione, ma anche il colore originario; nero opaco.

Il prossimo passo? Scoprire le modalità di volo che il dinosauro usava per spostarsi. Il nuovo progetto si basa su una simulazione ai raggi X che lo stesso Carney aveva presentato per la sua tesi di dottorato, nel 2016. “Il mio obiettivo”, ha spiegato Ryan Carney, “è ricostruire l’Archaeopteryx per intero. Voglio che sia perfetto e impeccabile.”

This post is also available in: English

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.