Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

DVB-T2: le smart tv per tutte le tasche

Molte soluzioni per continuare a guardare i propri programmi preferiti

Sony X900F

A dicembre scorso sono scattati i contributi per acquistare un decoder o una televisione per la nuova tecnologia DVB-T2. Infatti entro il 2022 bisognerà adeguare o sostituire il proprio televisore per continuare ad usufruire del segnale video perché cambia la modalità di trasmissione.

Cos’è la DVB-T2

La DVB-T2 nasce da un esigenza data dall’introduzione del 5G, molte saranno le frequenze cedute al 5G e per questo motivo le trasmissioni in digitale terrestre dovranno trovare un altro spazio. Ma il processo era già in atto da tempo, infatti già i televisori del 2016 sono realizzati DVB-Ready.

Per incentivare il cambiamento è stato disposto anche un bonus per acquistare uno Smart Tv DVB-T2. Il bonus equivale a 50 ero dati a chi ha un ISEE che non supera i 20 mila euro annui e si potrà utilizzare solo una volta per nucleo familiare.

Il metodo per ottenere il bonus è semplice, si tratta infatti di un auto certificazione in cui si indica il proprio ISEE, si segnano i nomi dei componenti del nucleo familiare e si attesta di non aver già usufruito del bonus per poter beneficiare dello sconto immediatamente.

Quali sono i modelli migliori?

Dipende certo dal budget che si è deciso di spendere e dalle proprie esigenze. Se volete spendere poco meglio allora puntare su un televisore con tecnologia DVB-T2 di TCL, se non avete problemi di soldi chi la fa da padrona però sono sempre Samsung e Sony.

dvb-t2
La nuova smart tv Samsung Q90R

Il modello di Samsung Q90R per esempio è stato ulteriormente migliorato sopratutto per quanto riguarda gli angoli. Nel Qled erano spenti e poco visibili, ora è stata aggiunta la tecnologia Ultra Viewing Angle che permette una migliore diffusione della luce per non perdere nessun particolare.

Inoltre i colori sono calibrati in modo più realistico, senza eccedere in tonalità troppo calde o fredde. Per il vostro Samsung Q90R dovrete spendere poco più di 2000 euro, ma se per voi è troppo allora meglio orientarsi sul Sony X900F.

Con tempi di risposta estremamente rapidi l’azione sullo schermo risulta nitida e fluida. Questo è un televisore Eled e ha la pecca di perdere un po’ di definizione se guardato di lato. Risulta comunque un buon compromesso se non si vuole spendere più di 600 euro per una nuova Smart Tv DVB-T2.

Se bisogna scendere ancora di prezzo allora meglio puntare su un TCL EP68. Questa serie ha immagini di qualità a 4K HDR Pr. Dotato di una struttura da 8 milioni di pixel e l’HDR Pro, sostiene l’immagine con una luminosità davvero importante, capace di rendere ricca di dettagli e precisa ogni riproduzione. L’altra particolarità è che questo televisore si interfaccia anche con sistemi come l’assistente di Google Home o Alexa di Amazon. Il televisore può essere quindi comandato anche tramite la voce, per una vera e propria casa smart. Inoltre lo schermo del modello EP68 è estremamente sottile (solo 6mm), l’assenza di cornice permette una visione immersiva a tutto schermo.

dvb-t2
L’economico tv TCL EP68 ha moltissime funzioni interessanti

Tutto questo al prezzo incredibilmente competitivo di circa 300 euro. Ma se volete spendere ancora meno e il vostro vecchio Smart Tv funziona ancora alla grande, allora si può optare per un semplice decoder per DVB-T2

Qui non servono marche importanti. Per un decoder efficiente basta controllare che ci siano le caratteristiche base come il modello Danystar 227, che per 35 euro vi permetterà anche di registrare i programmi in diretta.

Spendendo una decina di euro in più potete puntare su Telesystem TS6812 in grado di riprodurre anche film in Mkv e altri formati più recenti. Anche in questo caso è possibile registrare in tempo reale per un massimo di tre ore.

 

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.