Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

Apex Legends: il videogioco che sfida Fortnite

Apex Legends

Nell’ultimo periodo tutto il mondo è rimasto impressionato dall’incredibile successo che ha avuto Fortnite, il videogioco gratuito che ha incassato più di tutti nella storia video ludica e che conta 200 milioni di giocatori.

Il successo di Fortnite non è più solamente relegato al mondo dei videogiochi, ma è divenuto un vero e proprio fenomeno culturale.

Tant’è che la sua grandezza non è stata solamente il suo successo, ma con esso ha trainato tutti i battle royal, fino a quel momento pressoché sconosciuti.

Nessuno si aspettava che qualcuno avrebbe mai tentato di sfidare il fenomeno Fortnite, divenuto virale ed entrato prontamente nella cultura globale.

Eppure qualcuno a sfidarlo è arrivato, si tratta di Apex Legends, il videogioco che promette di raggiungere e superare Fortnite.

Apex Legends

Apex Legends è, appunto, uno sparatutto multiplayer, del genere Battle Royal, che è divenuto ormai il carro trainante di tutto il mondo video ludico.

Il gioco, sviluppato da Respawn Entertainment e prodotto da Electronic Arts è stato sin da subito un successo. Apex Legends è il successore di Titanfall, un videogioco di qualche anno fa sviluppato anch’esso da Electronic Arts.

Apex Legends
Apex Legends

La modalità di gioco è sempre la stessa, abbiamo un campo di battaglia, che si ristringe sempre più in cerchi concentrici, fino all’ultimo sopravvissuto.

A fronteggiarsi ci sono 20 squadre composte da tre giocatori ciascuna.

Il videogioco lanciato a sorpresa è una sorpresa

Apex Legends è stato lanciato appena due settimane fa, il 4 Febbraio, ma già non ha bisogno di presentazioni.

Il 4 Febbraio è arrivato su console, a sorpresa, senza annunci sfarzosi o grandi presentazioni, eppure già conta 25 milioni di giocatori e 2 milioni di utenti in contemporanea.

Ma il successo reale lo ha registrato su Twitch, dove i suoi video hanno già superato quelli di Fortnite. I followers, infatti, adorano le rocambolesche avventure e le sparatorie tra i propri streamer preferiti, dimenticandosi dell’ormai vecchio successo di Fortnite.

Apex Legends ha trovato, come abbiamo detto, la strada spianata dai precedenti Battle Royal, primo fra tutti Fortnite. Quest’ultimo è stato all’apice del successo, sin dalla sua uscita.

Successo che è continuato fino all’arrivo di Apex Legends, appena il 4 Febbraio. Ma come ha fatto Apex Legends a superare Fortnite?

Il successo di Apex Legends

Il successo di Apex Legends è facilmente riconducibile alla strategia di marketing adottata dal Electronic Arts. Il gioco, infatti, è stato rilasciato a sorpresa.

Nessun precedente annuncio ufficiale, nessuna suspence, nessuno che abbia avvisato la comunità di videogiocatori.

Tutto questo effetto sorpresa ha evidentemente attirato la curiosità degli amanti del genere. Che hanno momentaneamente deciso di abbandonare Fortnite per provare il nuovo Battle Royal.

Apex Legends
Fortnite VS Apex Legends

Ma, ovviamente, la mossa strategicamente più coinvolgente della casa video ludica è stata quella di affidare il lancio del videogioco ai più famosi streamer. Il successo di Apex, infatti, è viaggiato velocemente prima su Twitch che su consolle.

Già nei primi giorni dall’uscita i video più visti sulla piattaforma, che fino a quel momento erano dedicati a Fortnite, sono divenuti quelli di Apex Legends.

Tra i tanti a condividere le proprie imprese anche quello che è stato il videogiocatore più forte di Fortnite: Ninja. E per i fan più fedeli, seguire lui e gli altri da un videogioco all’altro è stato quasi un dovere.

La velocità di gioco

Un altro elemento che ha portato i videogiocatori a preferire Apex a Fortnite è la velocità di gioco.

La riduzione di giocatori da 100 a 60 e le dimensioni della mappa notevolmente ridotte hanno accelerato il gioco, portandolo a pochi minuti. Un’esperienza di gioco breve ma decisamente intensa.

Ovviamente questo aspetto potrà piacere o meno. Per molti l’esplorazione e la tattica sono aspetti fondamentali in gioco. I ritmi di Apex, invece, sono, seppur di facile giocabilità, frenetici.

Il tutto, come detto, ad appena due settimane dall’uscita del gioco. Staremo a vedere se è solamente una moda passeggera o se sarà davvero il videogioco che spodesterà Fortnite dal trono.

This post is also available in: enEnglish

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.