Cristiano Ronaldo alla Juventus: il caso copertina FIFA 19

Cristiano Ronaldo

Tra le notizie più chiacchierate degli ultimi giorni per ciò che riguarda l’ambito sportivo c’è senza dubbio il passaggio di Cristiano Ronaldo alla Juventus. La stella portoghese infatti dopo una trattativa lampo ha firmato con i bianconeri, i quali si sono assicurati le sue prestazioni per 4 anni.
Tuttavia il caso Ronaldo non ha mosso solo l’ambito sportivo ma anche quello videoludico. Vediamo perché

La copertina

Come ben sappiamo, nonostante l’uscita di FIFA 19 sia sempre fissata verso fine settembre, diversi mesi prima è già possibile vedere la copertina ufficiale del videogioco. Anche quest’anno (come in quello precedente) il team di EA ha scelto proprio Cristiano Ronaldo come protagonista della sua copertina mostrandolo insieme a Neymar o completamente da solo.

Essendo però CR7 un giocatore tesserato al Real Madrid fino a qualche mese fa, nelle copertine ufficiali presenta proprio la maglia dei blancos. I designer di FIFA 19 non saranno quindi molto contenti di questo incredibile passaggio di casacca in quanto la copertina è, effettivamente, da rifare.Cristiano Ronaldo
Insomma una bella gatta da pelare che con ogni probabilità nessuno si sarebbe mai aspettato.

Electronic Arts dovrà quindi correre ai ripari in fretta per evitare di far uscire il gioco e metterlo in vendita con una copertina già datata che presenta un uomo immagine con la maglia completamente errata.

E ora?

Come detto un intervento da parte degli sviluppatori è assolutamente necessario in quanto questa situazione potrebbe rivelarsi assolutamente imbarazzante per il team EA. Nonostante il passaggio di Cristiano Ronaldo sia avvenuto praticamente in un tempo record è doveroso fare qualcosa per evitare una bruttissima figura al gioco di calcio più famoso al mondo.

FIFA 19 quindi con ogni probabilità presenterà una copertina ritoccata in modo tale da non presentare il grossolano errore. Rifare tutto da zero infatti impiegherebbe troppo tempo e comunque renderebbe la copertina precedentemente creata praticamente nulla.
In ogni caso non è da escludere questa ipotesi anche se resta da vedere effettivamente che strada prenderà il team.

L’opzione più accreditata è quella di andare a modificare esclusivamente la maglia del campione portoghese aggiungendo per l’appunto delle strisce nere sullo sfondo bianco e naturalmente gli sponsor della Juventus. In questo modo il “camuffaggio” se così possiamo chiamarlo apparirebbe totalmente naturale e permetterebbe di avere una copertina bella e pronta senza troppi sforzi.

I problemi maggiori però riguardano quella che è la modalità “Il Viaggio” proposta dal team EA per la prima volta in FIFA 18. Con l’acquisizione dei diritti di Champions League ed Europa League infatti pare che le vicende di Alex Hunter questa volta saranno incentrate proprio sulla scalata in Champions e, tra i tanti protagonisti, ci sarà anche Cristiano Ronaldo.
Gli sviluppatori pertanto dovranno lavorare anche su questo aspetto andando a modificare, in tempo record, quella che è la storia ne “Il Viaggio”.

Un caso precedente

Come appare chiaro il team EA avrà non poche cose da fare riguardo il caso Cristiano Ronaldo e FIFA 19. Questa curiosa situazione è però già capitata ad Electronics Arts ed ha un precedente che risale addirittura all’anno scorso. Parliamo di NBA 2K famoso gioco dedicato per l’appunto al mondo dell’NBA.Cristiano Ronaldo

In questo caso il team EA aveva scelto come protagonista da inserire sulla cover Kyrie Irving stella dei Cleveland Cavaliers ritratto per l’appunto con la loro casacca. Tuttavia proprio nell’estate scorsa è avvenuto il passaggio del campione ai Bolton Celtics. In quel caso il team di sviluppo ha predisposto di andare a creare una seconda copertina del gioco nella quale per l’appunto era raffigurato il giocatore con la maglia numero 11 dei Bolton Celtics.
Staremo a vedere questa volta le cose come andranno.

This post is also available in: enEnglish

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.