La nuova funzione di Instagram chiamata IGTV

IGTV

Dopo aver raggiunto e superato il miliardo di utenti la piattaforma Instagram ha deciso di lanciare una sfida ancora più ambiziosa. Nello specifico parliamo della Instagram TV, denominata semplicemente IGTV, la quale, secondo gli sviluppatori, sarà in grado di competere addirittura con il gigante dei video YouTube.
Ciò che è certo comunque è che le novità apportate da questa TV sono davvero interessanti. Andiamo a scoprirle insieme.

Come si usa

Le dinamiche di funzionamento sono con ogni probabilità l’aspetto più interessante di questa IGTV. La prima cosa che salta subito all’occhio (e che viene comunicata fin dal primo utilizzo) è la possibilità di realizzare video esclusivamente in formato verticale. Questo tipo di scelta è stata attuata in quanto tale sistema è più adatto alla visualizzazione da smartphone.
Per il resto il sistema è molto simile a qualsiasi piattaforma video. Gli utenti hanno la possibilità di postare video (e vedremo più avanti le specifiche a riguardo) ed è possibile vederli, commentarli, condividerli e addirittura consigliarli ad altre persone tramite messaggio privato.IGTV

Insomma fin qui nulla di eccessivamente nuovo anche se siamo sicuri che l’integrazione di tale servizio con un social network così popolare come Instagram avrà senza dubbio le sue ripercussioni.
Per quanto riguarda il funzionamento pratico gli utenti hanno la possibilità, in maniera similare a YouTube, di creare dei canali sui quali andranno poi caricati i vari video. I propri contatti potranno interagire con i contenuti andando a cliccare il tasto “Persone che segui” nelle opzioni di ricerca mentre tramite i tasti “Per te” e “Popolari” si potranno visualizzare i video che per l’appunto risultano più popolari al momento.

Durata e ricerca

Come abbiamo avuto modo di vedere questa IGTV presenta delle peculiarità davvero interessanti. Tra le tante novità apportate da questa piattaforma però ci sono anche delle limitazioni per ciò che riguarda la durata generale dei video.
Solitamente infatti un contenuto può avere una durata massima di 60 minuti anche se questo tipo di specifica non è applicabile a tutti gli utenti. Per quelli che potremmo definire “utenti base” ovvero senza un particolare seguito i video possono variare da un minimo di 15 secondi ad un massimo di 10 minuti.
Siamo convinti però che in futuro la durata sarà estesa a 60 minuti per tutti gli utenti.

Per quanto riguarda la ricerca anch’essa risulta molto semplice. Tramite la classica icona a forma di lente di ingrandimento è possibile ricercare video secondo delle keyword specifiche in modo tale da trovare i contenuti più adatti. Oltre a questo come detto in precedenza lo stesso Instagram ci propone dei contenuti specifici attraverso le caselle di ricerca “Per te”, “Popolari”, “Persone che segui” e “Continua a guardare”.
Insomma una sorta di ricerca intelligente che ha lo scopo di intrattenere l’utente con contenuti che siano effettivamente di suo gradimento.

Ma quindi quali sono le differenze con YouTube

Arrivati a questo punto è lecito chiedersi effettivamente quali siano le differenze tara IGTV e YouTube. In generale abbiamo compreso che Instagram in maniera simile a Facebook e ad altre piattaforme ha finalmente compreso l’importanza dei contenuti video e ha deciso pertanto di puntare proprio su di essi.
Le differenze con YouTube però sono importanti. Al di la del discorso riguardante i video in formato verticale infatti c’è da dire che i video su Instagram TV sono riprodotti in maniera continua.IGTV

In più anche le tempistiche risultano essere molto più rapide. Questo è dato sia dal minutaggio ridotto dei video sia dal fatto che non siano presenti inserzioni pubblicitarie (a differenza di YouTube) le quali rallentano di molto i video.
In generale comunque possiamo affermare che YouTube risulta la piattaforma ideale per la riproduzione di video anche datati, una sorta di archivio, mentre IGTV si avvicina sempre più alle meccaniche dei social moderni che hanno come caratteristica fondamentale i video (es. Snapchat e Periscope).

This post is also available in: enEnglish

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.