The Witcher diventa una serie tv Netflix

The Witcher

Quella di The Witcher è senza dubbio una delle saghe di videogiochi più riuscite in assoluto con il terzo titolo Wild Hunt che si è aggiudicato il premio di Game of the year e oltre 800 premi singoli.

Proprio per questo Netflix ha deciso di realizzare una serie tv che si baserà proprio su questo fantastico mondo fantasy in un periodo nel quale, proprio questo genere, ha assistito ad un grandissimo successo grazie a saghe come quella di Game of Thrones.

Trama

La trama di questa nuova serie tv incentrata sul mondo di The Witcher si rifarà molto a quelli che sono i romanzi dal quale tutto ha avuto origine. L’universo fantasy sul quale sono stati sviluppati anche i videogiochi, infatti, deriva dagli otto libri scritti dall’autore polacco Andrzej Sapkowski molto famoso in patria e non solo.
Nello specifico, il tutto è incentrato su Geralt di Rivia, il personaggio principale, il quale è un Witcher, ovvero un essere dagli incredibili poteri che svolge il duro compito di dare la caccia ai numerosi mostri sparsi per il mondo.
Le bestie fantastiche contro le quali l’uomo di ritroverà a combattere sono davvero numerose e includono animali facenti parte della cultura medievale come draghi, streghe, fantasmi ecc. L’ambientazione, in effetti, ricorda molto quella di un fantasy medievale con grandi castelli e pianure lussureggianti o intricate foreste a fare da contorno.
La trama di questa nuova serie tv Netflix, quindi, si baserà con ogni probabilità sulle vicende di Geralt anche se non si conoscono con sicurezza e precisione tutti i dettagli. Le uniche informazioni che si hanno derivano dalle parole dei produttori esecutivi Sean Daniel e Jason Brown i quali hanno dichiarato che la serie racconterà “la storia di una famiglia non convenzionale che si riunisce e combatte per difendere la verità in un mondo pericoloso, personaggi originali, divertenti e sorprendenti.”
Ci sono tutti i buoni propositi per aspettarsi una grande serie che tutti gli appassionati di The Witcher aspettano senza dubbio con ansia.

Una storia “da grandi”

Alla base della scelta di Netflix di realizzare una serie incentrata su The Witcher, oltre al fatto che il gioco abbia avuto un successo incredibile, c’è anche il fatto che la saga proponga una storia tipicamente “da grandi”.
La trama dei romanzi, così come dei videogiochi, è si incentrata sulle avventure di Geralt, ma vede sullo sfondo numerosi temi per niente futili che contribuiscono a condire una trama già di per se perfetta.
In The Witcher, infatti, sono presenti temi come il razzismo, in quanto il mondo è composto da numerose razze diverse (umani, elfi, nani ecc.) del quale lo stesso Geralt è vittima essendo visto come un “mutante” a causa della sua natura, la sopraffazione, la violenza contro le donne e la presenza di cattivi degni di questo appellativo.The Witcher
Nella serie inoltre non mancano scene di sesso, con protagonista il più delle volte Geralt, le quali permettono di identificare il witcher come un vero e proprio dongiovanni, e scene di cruda violenza. Non è raro, infatti, assistere a decapitazioni, brutali omicidi e sanguinosi combattimenti.
Sono presenti, insomma, tutti gli elementi giusti per dar vita ad una serie tv che possa colpire ed affascinare non solo i fan dei romanzi e dei videogiochi ma anche chi non ha mai avuto un contatto diretto con questo meraviglioso universo fantasy.
Purtroppo, al di la delle poche dichiarazioni rilasciate dai produttori e dall’autore dei romanzi, il quale collaborerà alla produzione della serie, non si sa nulla di più preciso per quanto riguarda  i dettagli della trama e la data di uscita di quella che sarà senza dubbio una delle serie più interessanti.
Non resta altro da fare che attendere e vedere cosa ne verrà fuori.