Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

Skarper: il kit che trasforma una bici normale in elettrica

Da normale a elettrica, perché tutti possono andare in bicicletta

Sono molte le soluzioni per una mobilità sempre più sostenibile. Passare dai combustibili fossili all’elettrico è la parola d’ordine. Così come preferire gli spostamenti in bicicletta. E cosa succede quando si uniscono le due cose. Non tutti possono permettersi una bicicletta elettrica, la quale è in grado di velocizzare gli spostamenti all’insegna dell’ecologia. Ma da oggi, con Skarper, è possibile trasformare una bici normale in elettrica e risparmiare sull’acquisto di un mezzo nuovo.

Skarper

Sono molte le soluzioni per una mobilità sempre più sostenibile. Passare dai combustibili fossili all’elettrico è la parola d’ordine. Così come preferire gli spostamenti in bicicletta. E cosa succede quando si uniscono le due cose. Non tutti possono permettersi una bicicletta elettrica, la quale è in grado di velocizzare gli spostamenti all’insegna dell’ecologia. Ma da oggi, con Skarper, è possibile trasformare una bici normale in elettrica e risparmiare sull’acquisto di un mezzo nuovo.

Thank you for reading this post, don't forget to subscribe!

Il lancio di Skarper

Skarper è il mini kit che ti permette di trasformare una bici normale in una elettrica. È stato realizzato da una start up inglese e, sebbene non ci siano ancora dati ufficiali, dovrebbe arrivare sul mercato nei primi mesi del 2023.

Skarper
Skarper

Non è stato confermato nemmeno il prezzo di lancio, anche se secondo alcuni dovrebbe essere intorno ai 1000 euro. È vero, non è proprio economico, ma se pensiamo al prezzo di una bici elettrica vedremo che il risparmio, comunque, c’è.

Inoltre, ciò consente di “riciclare” la vecchia bici normale che, altrimenti, andrebbe buttata o accantonata. Senza considerare anche l’aspetto affettivo della soluzione. Infatti, potremo scoprire che trasformare la nostra vecchia bici, invece di sostituirla, ci farà sentire molto meglio.

Cosa comprende il kit

Il mini kit di Skarper si adatta a quasi tutte le bici normali e le trasforma in elettriche. Può essere agganciato a qualsiasi bicicletta con freno a disco. È un sistema innovativo e anche abbastanza semplice.

Esso comprende un motore a induzione magnetica di ultima generazione, insieme alla batteria. Il kit è della grandezza di una borsa ed è, effettivamente, contenuto all’interno di essa. Possiamo portare ovunque il nostro kit e agganciarlo comodamente al telaio della bicicletta ogni qualvolta ne abbiamo bisogno.

Il kit di Skarper pesa solamente tre chilogrammi, non è difficile, quindi, da portare con noi. Ciò vuol dire che possiamo uscire e pedalare normalmente fino a quando non siamo troppo stanchi per farlo. A quel punto, basterà tirare fuori il kit di Skarper dallo zaino e agganciarlo al telaio.

Skarper: una bici elettrica potente

Skarper si applica sul freno a disco e per questo prende il nome di DiskDrive. Il DiskDrive comprende batteria e motore. La batteria ha un’autonomia di 60 km, con una velocità massima assistita dal motore di 25 km/h.

Skarper
Da una bici normale a una elettrica in un minuto

Oltre alla versione “da strada” che uscirà sul mercato, ci sarà anche una versione off-road, realizzata in collaborazione con Red Bull Advanced Technologies.

La versione off road ha un’enorme potenzialità, una potenza incredibile e un’abbondante coppia.

Tester

Il kit di Skarper è stato testato e sviluppato insieme al sei volte campione olimpico e undici volte campione del mondo Chris Hoy.

Il campione dice: “Sono sempre stato un sostenitore della necessità di portare più persone in bicicletta, indipendentemente dalla loro forma fisica, dalle loro capacità o dalla loro età, e ho scoperto che le biciclette elettriche possono svolgere un ruolo enorme nel rendere il ciclismo più accessibile a chiunque. E poi è facilmente smontabile”.

Skarper non è l’unica startup ad aver realizzato un kit per convertire le bicilette normali in elettriche. Tuttavia, è l’unico che si aggancia e si sgancia comodamente al telaio della bicicletta senza dover sostituire nessun pezzo di essa.

Altri kit già disponibili sul mercato prevedono la sostituzione della ruota posteriore con una motorizzata.

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.