Informazione Tecnologica

iPhone X: tutte le cose che Apple non ha detto

iPhone 8 e iPhone X

Finalmente il momento è arrivato: iPhone X (si legge “ten”) è stato svelato.

I rumors e le indiscrezioni legate all’edizione speciale del melafonino si susseguivano da oltre due anni. Finalmente la realtà è arrivata mettendo a tacere tutte le supposizioni: il 12 Settembre sul palco del Keynote, Tim Cook ha presentato ufficialmente l’edizione speciale di iPhone, entrambe nate per celebrare il decimo compleanno dello smartphone più famoso di sempre.

Evento molto atteso e sentito

L’evento di presentazione, come al solito, è stato molto atteso e sentito. Sulle note di “All you need is love” dei Beatles è iniziato il keynote dal teatro intitolato a Steve Jobs nel nuovo campus di Cupertino, la cosiddetta “astronave”, progettata dal guru poco prima di morire, dove Apple ha presentato ufficialmente i nuovi iPhone. Scorrono le immagini della struttura, delle sue linee curve, delle luci, del metallo e del legno. Tim Cook apre l’evento ricordando con queste parole il collega e amico che è stato il fondatore e l’anima di Apple: «È l’onore di una vita darvi il benvenuto in questo teatro. Non c’è un giorno che non pensiamo a Steve Jobs che sarà sempre il “Dna di Apple”. È stato un genio e dedichiamo questo teatro a Steve perché amava giorni come questo, e non solo per rendergli tributo ma anche per ispirare nuove generazioni».

IPhone X è un dispositivo davvero unico grazie al design rinnovato e alle numerose caratteristiche che lo rendono un modello esclusivo. Le principali funzioni di iPhone X sono ormai note: ricarica wireless, riconoscimento facciale, display OLED da 5.8″ Super Retina e così via.

Tuttavia, ci sono numerose altre sorprendenti features di iPhone X che l’azienda non ha presentato ufficialmente. Si tratta sia di elementi migliorativi che, ovviamente, di caratteristiche che deludono se paragonate a quanto proposto dai competitors.
Ve le raccontiamo noi nel dettaglio.

I modelli disponibili

Apple propone due versioni di iPhone X: una da 64 GB, dal prezzo do 999 $, e una da 256 GB, al costo di 1.149 $, senza quindi nessuna variante intermedia.

Ricarica super veloce

Il nuovo smartphone di casa Apple vanta l’introduzione di una funzione di ricarica notevolmente velocizzata. Grazie a questa funzionalità sarà possibile in soli 30 minuti ottenere una carica del 50% del dispositivo. IPhone X sarà il primo modello di casa Apple che supporterà questa feature, già presente su molti smartphone concorrenti, principalmente su quelli con sistema operativo Android.

Formati HEIF e HEVC

Fu proprio Apple ad annunciare a giugno, durante la sua Worldwide Developers Conference, l’introduzione del nuovo formato. La possibilità di iPhone X di supportare, quindi, sia i formati HEIF (formato ad alta efficienza) che quelli HEVC (compressione video ad alta efficienza) non rappresenta una sorpresa. Grazie a questa nuova feature foto e video saranno salvati in un formato compresso, di conseguenza si avrà più spazio in memoria.

Geolocalizzazione con Galileo

Grazie al nuovissimo iPhone X in tasca sarà davvero impossibile perdersi. Il dispositivo, infatti, è dotato del nuovo sistema di localizzazione satellitare europeo Galileo e di quello giapponese QZSS. Apple ha deciso di regalare ai propri clienti la possibilità di avere in tasca la perfetta geolocalizzazione di tutte le principali regioni del mondo, Asia Pacifica compresa.

Fotocamera

Il nuovo iPhone X ha introdotto diverse migliorie alla fotocamera: la più importante di tutte è sicuramente l’introduzione del sistema fotografico TrueDepth di e della sua capacità di riconoscere i volti per sbloccare il telefono in modo sicuro. Tuttavia, se le si analizza nel dettaglio, le specifiche tecniche della fotocamera di iPhone X restano identiche a quelle di iPhone 7.

Il nuovo modello presenterà la stessa fotocamera interna del suo predecessore, gli unici miglioramenti apportati saranno nei sensori e nell’elaborazione delle immagini.

Display

Il display del nuovo iPhone X vanta un’ottima luminosità pari a 625 nits. Sebbene si tratti di una buona performance, lo schermo di iPhone X non raggiunge la luminosità di Samsung Galaxy Note 8. Quest’ultimo, infatti, possiede una luminosità massima di 1240 nits. Il Samsung Galaxy Note 8 è dotato del display più luminoso tra tutti gli smartphone.

1 Commento
  1. […] iPhone X: tutte le cose che Apple non ha detto […]