For Honor: recensione del gioco

For Honor è l’ultimo titolo di casa Ubisoft il quale ha suscitato critiche e complimenti da parte degli utenti.
Un po’ come per ogni nuovo videogioco, infatti, i fan si sono schierati da una parte o dall’altra, andando a sottolineare quelli che sono i punti di forza, o le pecche di questo interessante gioco.
In ogni caso, non si può certo dire che questo titolo non abbia fatto parlare di sé e abbia già regalato molto, in termini di emozioni e ore di gioco, a numerosi appassionati in tutto il mondo.

L’universo

La struttura di For Honor, com’è facile intuire, si basa su quella che è l’arte della guerra ed il confronto tra varie categorie di combattenti.
All’interno di questo universo, infatti, è possibile impersonare guerrieri appartenenti a tre grandi classi: Cavalieri, Samurai o Vichinghi.
Per ogni classe sono disponibili ben quattro diversi personaggi, per un totale di 12, i quali differiscono tra loro per abilità, armi e tecniche specifiche.
Ogni personaggio, inoltre, presenta anche diverse animazioni e mosse finali che permettono, al videogiocatore, di poter spaziare e provare diversi tipi di stili di combattimento.

Gameplay

Il gameplay rappresenta, senza dubbio, uno dei punti di forza di questo titolo.
Il combat system di For Honor, infatti, è tra i più riusciti della nex generation e presenta degli spunti decisamente molto interessanti.
Il tutto è un perfetto connubio tra parata, schivata ed attacco, per i quali anche fattori come la tipologia di personaggio o l’ambiente circostante, possono influire non poco.
Per comprendere a pieno, quelli che sono i criteri di combattimento di For Honor, sono necessarie diverse ore di gioco e impegno costante, il che rende il titolo, di sicuro, ancora più interessante e propositivo.
Il sistema di combattimento, inoltre, non segue uno schema prettamente lineare, ma permette un’interpretazione libera da parte dell’utente, il quale può spaziare tra diversi stili per eludere e sopraffare l’avversario.
Per quanto riguarda combo ed animazioni, il tempismo risulta essere un elemento fondamentale al fine di ottenere l’esito positivo di un attacco o riuscire ad eliminare il nemico.
Il sistema di crescita varia molto da personaggio a personaggio e comporta uno studio attento anche in questo senso.
Tramite diversi oggetti, infatti, è possibile andare a potenziare il proprio guerriero aggiungendo punti ai vari parametri presenti.
Tuttavia, anche in questo caso, le possibilità offerte al videogiocatore sono molteplici e permettono una personalizzazione totale dei vari combattenti, in base anche al proprio stile di combattimento e alle varie armi/skills che si preferiscono.
Un gameplay che, come detto, è praticamente sempre stimolante e mai noioso.

Single player e Multiplayer

La modalità in Single Player rappresenta, probabilmente, l’unica vera pecca di questo gioco. For Honor, infatti, è sviluppato e realizzato per offrire un’esperienza molto più completa ed appagante in quella che è la modalità Multiplayer.
Giocando in singolo, infatti, non si riesce a godere in pieno di quelli che sono gli aspetti positivi ed interessanti che questo titolo offre.
Le modalità di gioco più divertenti sono, senza dubbio, l’1vs1 e il 2vs2 in modalità Multiplayer, nelle quali è possibile affrontare avversari sempre più forti e stimolanti.
Da sottolineare, però, che, almeno attualmente, i server p2p poco performanti, in alcuni casi, hanno creato non poche difficoltà ai videogiocatori online.
La speranza, naturalmente, è che Ubisoft intervenga in maniera repentina e possa garantire prestazioni ottimali e divertimento assoluto a tutti gli utenti.

Voto Finale

Considerando quelle che, come abbiamo visto, possono essere considerate delle pecche di questo gioco, vale a dire:

  • Server non performanti.
  • Single player mediocre.

Ma soprattutto quelli che sono i punti di forza:

  • Combat System geniale e stimolante.
  • Varietà eccellente di personaggi e classi.
  • Multiplayer divertente.

Il voto finale per For Honor è 8, in quanto è un titolo che, anche se con qualche caratteristica ancora da migliorare, farà sicuramente parlare di sé per molto tempo.