Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

Rivoluzione nel mondo Apple: grandi novità

Nuovi processori e connessione 5G

La Apple subirà una vera rivoluzione nel 2020

Apple ha fatto intendere che ci saranno grandi sorprese per questo 2020. Vediamo quali sono le voci trapelate riguardo i nuovi prodotti che rappresenteranno la rivoluzione nel mondo Apple.

Le novità sugli smartphone del mondo Apple

Partiamo dagli iPhone, il prodotto di punta della Apple (infatti da soli coprono metà del fatturato). Pare infatti che per il prossimo anno ne siano previsti addirittura sei, l’analista Ming-Chi Kuo sostiene che tra questi ci sarà già l’iPhone 5G, attesissimo dagli appassionati del marchio. Apple ha posticipato l’uscita per settembre perché il 5G non è ancora una rete stabile per cui preferisce attendere, a differenza dei concorrenti cinesi e coreani che si sono lanciati senza troppi pensieri.

mondo apple
Più iPhone per il 2020, pare saranno addirittura 6

Questi nuovi smartphone probabilmente avranno la scocca degli iPhone 4 e degli iPad pro 11, gli schermi avranno tre formati: da 5,4 e 6,7 nelle versioni pro e pro maxi. Mentre il modello base sarà da 6,1 pollici, la grande novità pare sia però lo schermo OLED, una vera rivoluzione nel mondo apple perché in precedenza avevano sempre utilizzato gli LCD.

Un’indiscrezione meno fondata invece sarebbe quella che riguarda la messa in commercio di un iPhone low cost, il modello SE2, che avrebbe la scocca dell’iPhone 6 e il processore degli attuali iPhone 11.

Le novità sui MacBook

Anche i MacBook, nati nel lontano 1984, saranno investiti da importanti novità. Infatti da tempo Apple stava sviluppando un processore su design Arm. Della società britannica che è stata acquistata dalla SoftBank che attualmente propone un’alternativa altamente tecnologica per smartphone e tablet. I processori Arm pare siano pronti e saranno utilizzati proprio per Mac che usciranno nel 2020 e andranno a sostituire i processori attuali di casa Intel, non più in grado di stare al passo con i tempi.

Secondo la Apple infatti gli attuali processori Axx utilizzati sugli iPad Pro nel 2018 sono più potenti del 92% rispetto ai processori utilizzati per i computer Windows. Proprio per questo Microsoft ha già cominciato la sostituzione dei suoi processori con i nuovissimi Arm nei nuovi prodotti che hanno preinstallato Windows 10.

Per Apple invece pare che la parte più difficoltosa sia forse la compatibilità con il software attuale che è stato interamente sviluppato per la piattaforma Intel. A parte questo scoglio da superare l’interfaccia rimarrà la stessa, infatti pare non verranno utilizzati schermi touch. Non si sa ancora quale sarà il primo prodotto che implementerà questo processore, quello che è certo è che tutti integreranno la connessione 5G.

mondo apple
Gli iMac hanno rivoluzionato il concetto di personal computer

Quello che è certo è che tutti i MacBook invece avranno la nuova tastiera, quella presentata per il MacBook Pro da 16 pollici presentato alla fine dello scorso anno. La nuova tastiera ultrapiatta con TouchBar che aveva finalmente risolto i problemi introducendo la tecnologia scissor mandando in pensione il controverso meccanismo butterfly. Nella nuova tastiera era stato anche incluso per la prima volta il tanto desiderato dagli utenti tasto esc.

L’iMac

Parliamo invece dell’iMac, il computer del mondo Apple che più ha rivoluzionato il marchio perché integrava il core del pc direttamente nello schermo. Proprio nel 2019 aveva avuto un aggiornamento con processori più potenti e ben due dimensioni di schermo (da 21,5 e da 27 pollici). Ora è molto probabile che ci sarà un re-design esterno e un aggiornamento interno sempre per quanto riguarda i processori. Visto che è da tempo che circolano queste voci ci sono buone probabilità che sia proprio il 2020 l’anno buono per introdurle.

Ma queste per il momento sono solo voci, ci toccherà aspettare qualche mese prima di avere notizie ufficiali.

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.