10 consigli per far utilizzare la tecnologia ai bambini

far utilizzare la tecnologia ai bambini

I bambini al giorno d’oggi sono sempre più a contatto con la tecnologia. Non è raro infatti imbattersi in bimbi anche molto piccoli che sanno già utilizzare fluentemente smartphone e tablet per giocare, vedere video e fare tante altre attività.
Ma tutto questo è corretto per la loro crescita? E in che modo è possibile avvicinarli al mondo tech in maniera sicura?

Vediamo insieme 10 consigli per far utilizzare la tecnologia ai bambini.

Tempo limitato: pericoli per il corpo

tecnologia ai bambini

Il primo consiglio per far utilizzare la tecnologia ai bambini nella maniera corretta è limitare il tempo di utilizzo. I piccoli infatti non hanno una percezione realistica del tempo che passano dinanzi a questi dispositivi e, proprio per questo, possono passare anche ore ed ore completamente immobili.

Questo naturalmente non giova di certo al loro corpo il quale necessita, soprattutto in virtù delle tante energie che si hanno a questa età, di movimento costante.

Tempo limitato: pericoli per la mente

tecnologia ai bambini

Limitare l’utilizzo di dispositivi elettronici ai nostri bambini può essere un ottimo incentivo anche per lo sviluppo di capacità mentali. Questi dispositivi infatti peggiorano la capacità di concentrazione e possono avere una certa influenza anche sulla memoria, il senso critico, l’attenzione e la creatività.
Alcuni casi isolati possono manifestare anche aggressività e isolamento sociale.

Pertanto, per far utilizzare la tecnologia ai bambini, anche in questo caso il consiglio è quello di limitarne l’utilizzo.

Attenzione alla iGobba

Anche se indicato con un termine simpatico la “iGobba” non è per niente qualcosa di divertente. Nello specifico se i bambini utilizzano eccessivamente i dispositivi elettronici durante il corso della giornata c’è il rischio che manifestino, crescendo, un “ingobbimento da smartphone”.
Questo è dovuto alla continua posizione con la testa in avanti per guardare lo schermo.

Anche in questo caso si consiglia oltre che a limitare il tempo di utilizzo anche ad osservare la postura dei propri bambini in modo tale da correggerla nel caso vi sia bisogno.

Utilizzare protezioni per gli occhi

tecnologia ai bambini

Gli occhi sono un altro punto che può subire non pochi danni se non si sa come far utilizzare la tecnologia ai bambini nel modo corretto. Guardare uno schermo e concentrarsi continuamente su di un punto può dar vita a fenomeni di secchezza dell’occhio o di miopia già dalla più tenera età.

A tal proposito è possibile utilizzare degli occhiali per il riposo o comunque ridurre l’utilizzo e far riposare gli occhi periodicamente.

E la notte?

Non è raro al giorno d’oggi imbattersi in bambini che utilizzano i loro dispositivi nel letto prima di andare a dormire. Se si ha intenzione di far utilizzare la tecnologia ai bambini nel migliore dei modi questa usanza deve essere immediatamente eliminata.

L’utilizzo notturno infatti può causare insonnia in quanto la luce blu degli schermi contrasta la produzione di melatonina.

Utilizzarli insieme a loro

Uno dei casi più comuni quando si parla di far utilizzare la tecnologia ai bambini è quello nel quale i genitori considerano tali dispositivi come delle vere e proprie baby sitter digitali.
Si assiste quindi a casi nei quali i più piccoli vengono lasciati a giocare per ore in modo che non facciano capricci.

Questo tipo di atteggiamento è incredibilmente sbagliato e va evitato. La migliore strategia è quella di giocare insieme a loro condividendo esperienze e imparando cose nuove.

Scaricare le giuste app

La tecnologia per i bambini non è assolutamente da demonizzare ma, anzi, può rivelarsi uno strumento davvero utile se sfruttata nella giusta maniera.
A tal proposito bisogna fare attenzione alle app che si scarica in modo tale da poter proporre qualcosa di utile ai nostri piccoli.

Oltre ai giochi, ad esempio, si potrebbero scaricare app interattive che aiutino ad imparare o ancora altre con le quali studiare l’inglese.

Quando si studia niente smartphone

Questa è una regola che dovrebbe valere non solo per i bambini ma anche per i più grandi. Lo smartphone purtroppo è uno strumento che causa distrazione in continuazione. In particolare il suo utilizzo può far perdere mediamente dai 10 ai 30 minuti ogni volta che lo si “impugna”.

Proprio per questo se si vuole far utilizzare la tecnologia ai bambini nel migliore dei modi è importantissimo eliminare completamente il suo utilizzo durante i compiti in modo tale da potersi concentrare esclusivamente su quell’attività senza perdite di tempo.

Navigare insieme

Con l’avanzare dell’età aumenta anche proporzionalmente quello che è l’utilizzo di questi dispositivi passando dal semplice gioco alla navigazione su internet. Al giorno d’oggi l’età nella quale si inizia ad utilizzare la rete si è abbassata drasticamente creando non pochi problemi.

La cosa migliore da fare a questo proposito è informare i propri bambini dei pericoli nei quali si può incorrere in internet ed utilizzare questo strumento insieme mostrando tutti gli aspetti positivi che comporta navigando su pagine sicure.

…E la TV?

Parlando di far utilizzare la tecnologia ai bambini non bisogna dimenticarsi di citare anche la televisione la quale, seppur rappresenti un oggetto molto più antiquato rispetto a tablet e smartphone, e comunque un mezzo molto utilizzato dai bambini.

Anch’essa è causa di scarsa concentrazione e poco moto, pertanto il consiglio è quello di ridurre la visione a non più di due ore al giorno instaurando però una sorta di relazione con il proprio bambino durante questa attività.
Si può ad esempio discutere dei programmi visti o si può scherzare insieme circa scene divertenti.

This post is also available in: enEnglish

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.