I dipendenti più felici? Scopri in quale azienda lavorano

Si sa, l’essere umano adora le classifiche… Amiamo classificare qualsiasi cosa. Esistono classifiche per qualsiasi genere di prodotto, gusto o attività umana.

Da diversi anni, a cadenza regolare, vengono stilati ranking inerenti la qualità dell’ambiente di lavoro all’interno delle principali multinazionali globali.

Ogni anno i risultati ci sorprendono, ma sempre con una sola costante: i colossi del web e digitale rappresentano delle realtà “illuminate” in cui, a quanto pare, vi è una maggiore attenzione e cura verso la qualità della vita lavorativa dei propri dipendenti.Dipendenti

Perché il lavoro è importante, ma la qualità del proprio tempo lo è ancora di più

Vediamo ora nel dettaglio qual è la situazione per l’anno in corso e chi sale sul gradino più alto del podio delle aziende in cui si trovano i dipendenti più felici del mondo.

A darci una mano in questo senso è stata Blind, un’applicazione dedicata al mondo del lavoro in cui i dipendenti possono lasciare feedback sul proprio posto di lavoro in forma anonima e segreta.

I gestori di Blind, infatti, hanno pubblicato i risultati di un sondaggio con oggetto il grado di soddisfazione dei dipendenti che lavorano specificamente nel comparto tech.

I dipendenti coinvolti nel sondaggio sono stati migliaia e le aziende oggetto dello studio ben 44: tra di esse ricordiamo Google, Facebook, Apple, Microsoft, Spotify e tutti i colossi del digitale.

I parametri di soddisfazione che sono stati presi in esame per valutare la soddisfazione dei dipendenti in relazione al proprio posto di lavoro sono stati due: equità dei compensi e volontà delle persone di cambiare lavoro.

And the winner is… Netflix!

Dipendenti Netflix
Dipendenti Netflix

Il colosso del cinema on demand, infatti, è l’ambiente di lavoro in cui si trovano i dipendenti più felici e appagati.

Per quanto concerne la prima variabile presa in esame, l’equità dei compensi ricevuti dai dipendenti, l’analisi riporta che solo una piccola percentuale si dichiara insoddisfatta del salario ricevuto. Secondo la ricerca, sono altrettanto virtuose anche Dropbox e Facebook. Fanalino di coda occupato, invece, da WalmartLabs, preceduto di poco da Google, Amazon, Apple e Microsoft. Il 40% dei dipendenti impegnati in Spotify, PayPal e Twitter hanno dichiarato di non essere soddisfatti del pagamento.

La seconda variabile oggetto di studio, ovvero il desiderio di cambiare lavoro, vede ancora una volta Netflix primeggiare con circa il 70% dei suoi dipendenti che non ha alcuna intenzione di lasciare la società. Sul podio Facebook e LinkedIn. In fondo alla classifica, e quindi con più dipendenti che vorrebbero lasciare l’azienda, ci sono Groupon, HPE, NerdWallet e Oracle.

In definitiva, intrecciando tutti i dati registrati, la classifica delle aziende Top 10 per numero di dipendenti felici e per la qualità del clima aziendale che si respira si compone come segue:

Quartier Generale di Netflix
Quartier Generale di Netflix
  • Netflix
  • Facebook
  • Linkedin
  • Airbnb
  • Google
  • Lyft
  • Amazon
  • Google
  • Apple
  • Microsoft

La ricetta vincente di Netflix

Il segreto di Netflix per tenere alta la soddisfazione dei propri dipendenti? La ricetta prevede un mix di ingredienti davvero speciali.

Possono godere di ferie illimitate e gestire le spese senza che vengano approvate dai direttori, a condizione che agiscano nell’interesse dell’azienda. Netflix è orgogliosa di assumere solo persone totalmente qualificate, che vengono trattate come tali. Viene conferita loro la massima libertà d’azione, in modo che possano correre rischi e proporre idee innovative senza restare bloccati da rigide procedure di approvazione.

Gli straordinari non vengono incoraggiati e, anzi, se eccessivi possono costituire causa di licenziamento. Secondo l’azienda, infatti, il corretto modus operandi (che può portare a un aumento) è lavorare il giusto ottenendo risultati ottimali.
Netflix, pertanto, dimostra fiducia nei confronti dei propri dipendenti e lascia loro spazio e libertà di azione individuale.

Un plauso a Netflix che oltre a dimostrare rispetto e dare valore alla vita dei propri dipendenti si garantisce, in questo modo, una maggiore produttività e minori costi di turnover del personale.