Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

La fotocamera dello smartphone misurerà battito cardiaco e respirazione

Google Fit controllerà i tuoi parametri attraverso la fotocamera

I prossimi modelli di smartphone Android avranno una nuova interessante funzione. La fotocamera dello smartphone non servirà più solamente a scattare fotografie, ma anche a monitorare la frequenza cardiaca e la respirazione.

La fotocamera dello smartphone misurerà battito cardiaco e respirazione

I prossimi modelli di smartphone Android avranno una nuova interessante funzione. La fotocamera dello smartphone non servirà più solamente a scattare fotografie, ma anche a monitorare la frequenza cardiaca e la respirazione.

La notizia della fotocamera dello smartphone che misurerà il battito cardiaco e la respirazione

A comunicare la novità è stato Shwetak Patel, direttore dell’Health Technologies di Google Health. La funzione arriverà molto presto. Già dal prossimo mese, infatti, il nuovo smartphone Google Pixel avrà a disposizione questa funzione. Ma ben presto questa si espanderà anche sugli altri telefoni Android.

La fotocamera dello smartphone misurerà battito cardiaco e respirazione
Attraverso l’applicazione di Google Fit, lo smartphone sarà in grado di rilevare il battito cardiaco e la respirazione dalla fotocamera

Milioni di utenti avranno quindi accesso a questa funzione e potranno controllare i loro parametri vitali direttamente dalla fotocamera dello smartphone. Farlo sarà semplicissimo: basterà scaricare l’apposita applicazione, Fit, e seguire le istruzioni.

La validità di tale funzione sarà garantita da specifici studi clinici che verranno presto pubblicati.

Ecco come funzionerà la nuova fotocamera dello smartphone

Solitamente i parametri vitali vengono rilevati attraverso l’utilizzo di speciali dispositivi wearable, come lo smartwatch. Questi utilizzano appositi sensori che sono a diretto contatto con la pelle, perciò le misurazioni sono molto più facili da effettuare.

Quando si parla di fotocamera, invece, la situazione si complica notevolmente. La fotocamera dovrà captare i movimenti del petto per rilevare la respirazione. Per farlo dovremo inquadrarci a mezzo busto e restare immobili per 30 secondi.

Potrebbe non sembrare un sistema così affidabile come i dispositivi wearable, ma gli sviluppatori affermano che il sistema ha un margine di errore di un solo respiro al minuto.

E per il battito cardiaco?

Mentre, per quanto riguarda il battito cardiaco, dovremo appoggiare il dito direttamente sulla lente della fotocamera e tenerlo premuto. Ora quello che succederà sembra davvero fantascienza, eppure ha un margine d’errore di solo il 2%.

Google Fit
Le nuovi funzioni di Google Fit saranno presto disponibili

L’app misurerà, attraverso la fotocamera, la frequenza cardiaca. Per farlo analizzerà le micro variazioni cromatiche, dovute al passaggio del sangue, del polpastrello.

Tuttavia quest’ultima funzionalità non è una novità. Essa è, infatti, già implementata nei modelli Samsung, dal Galaxy S5 al Galaxy S10. Negli ultimi modelli Samsung, però, questa funzione è stata ormai rimossa. Ci sono anche moltissime app scaricabile che promettono di eseguire questa particolare scansione medica. Tuttavia non tutte possono vantare un’accuratezza con un margine di errore di appena il 2%.

Questa funzione è stata attentamente studiata e gli sviluppatori garantiscono che il colore della pelle non influenzerà minimamente la buona riuscita. La funzione è, infatti, guidata da un sofisticato algoritmo che considera non solo il flusso sanguigno, ma anche i cambiamenti di colore del polpastrello, l’illuminazione, il tono della pelle, l’età. Il tutto per essere il più attendibile possibile su ogni soggetto.

È, però, proprio il direttore Patal a precisare e ricordare che queste misurazioni non devono assolutamente sostituire un’accurata diagnosi medica. “Queste rivelazioni non sono intese per sostituire diagnosi mediche o per valutare condizioni mediche. Esse sono state pensate per essere utili alle persone che usano l’app Fit a monitorare e migliorare il proprio benessere quotidiano”.

Google Fit

Come dicevamo questa funzione è strettamente collegata all’app Google Fit, un’applicazione ricca di strumenti utili per mantenersi in salute, seguendo i consigli dell’Organizzazione mondiale della sanità.

“Google Fit ti accompagna verso una vita più sana e attiva”.

Google Fit ci suggerisce degli obiettivi da seguire, per una vita più sana e attiva, con tante attività per migliorare la nostra salute. Sono tutte attività che stimolano il battito cardiaco, perché “le attività che stimolano il battito cardiaco hanno enormi benefici per la salute del cuore e della mente”.

Il motto di Google Fit è “comunque ti muovi, fallo contare”. Lascia attivo il conta passi, scoprirai che anche una semplice passeggiata ha un enorme impatto sulla tua salute.

 

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.