Tra Giugno e Luglio potremo vedere il sistema solare ad occhio nudo

sistema solare

Quest’inizio estate 2018 è ricca di avvenimenti astronomici. Nel periodo che va a cavallo tra la fine del mese di Giugno e l’inizio del mese di Luglio, infatti, saranno visibili ad occhio nudo ben cinque pianeti del sistema solare. I cinque pianeti sono i nostri vicini più prossimi, Venere e Marte, ma anche il minuscolo Mercurio ed i giganti Giove e Saturno. Vederli non dovrebbe essere difficile, saranno così luminosi, infatti, che saranno visibili ad occhio nudo anche in quelle aree dove l’arcata celeste non è perfettamente visibile a causa dell’inquinamento luminoso. Anche individuarli non dovrebbe essere troppo complicato, dato che, a differenza delle stelle, le quali emettono una luce ad intermittenza, dando l’impressione di lampeggiare nel buio del cielo, i pianeti riflettono luce fissa.

Se si ha disposizione un telescopio

sistema solare

Se si ha la possibilità di recarsi in un osservatorio astronomico ed osservare il cielo notturno con un telescopio di medie dimensioni, lo spettacolo che potremmo assistere in questi giorni è impareggiabile. Nonostante i pianeti siano visibili ad occhio nudo e questo di per se è già un evento straordinario che tiene migliaia di persone con gli occhi al cielo, quello che potremmo scrutare attraverso la lente di un telescopio è sensazionale. In questo periodo, infatti, ci troviamo nella posizione perfetta per poter ammirare l'”occhio di Giove” e ben quattro dei suoi satelliti. Avremmo la possibilità di osservare in tutta la loro magnificenza gli anelli di Saturno ed una delle sue lune, Titano. Infine, potremo vedere i poli ghiacciati di Marte. Se recarci in un osservatorio astronomico non ci è possibile, muniamoci di una mappa del cielo, rechiamoci in un luogo con meno inquinamento luminoso possibile (una spiaggia, in campagna, ecc) e puntiamo gli occhi al cielo, ci rimangono solo una manciata di giorni per godere dello spettacolo che il sistema solare ci sta offrendo.

Mercurio

sistema solare

Mercurio è visibile subito dopo il tramonto, lo si inizia a scorgere dopo il crepuscolo fino a circa un ora dopo che il cielo si è fatto nero. La sua permanenza nel cielo si allungherà sempre di più fino alla metà del mese di Luglio. Per osservarlo bisogna essere acuti osservatori, sarà solo un puntino rossastro poco sopra la linea dell’orizzonte, verso Ovest, un binocolo, anche non troppo professionale, potrebbe aiutarci nella ricerca, in quanto  così piccolo e vicino al Sole, con la luce del tramonto che ancora rischiara leggermente l’orizzonte, potrebbe crearci qualche difficoltà nelle ricerche.

Venere

sistema solare

Venere è il pianeta che dovremmo scorgere con più facilità, si trova ad Ovest, come Mercurio, appena sopra di esso e, fino alla metà di Luglio sarà l’oggetto più luminoso dell’arcata celeste dopo la Luna. Essendo Mercurio e Venere gli unici due pianeti interni, la loro vicinanza al Sole li rende visibili solamente appena dopo il tramonto. Come per il più piccolo pianeta del sistema solare, infatti, anche Venere sarà visibile solamente per una o due ore dopo il calare del sole.

Marte

sistema solare

Nella parte opposta, ad Est, potremmo scorgere il pianeta che più intriga l’immaginario umano, Marte, il quale sorgerà appena prima della mezzanotte. Marte sarà visibile fino al 27 Luglio, data da segnare sul calendario, perché oltre ad essere la notte in cui il pianeta rosso sarà all’opposizione (esattamente nella parte opposta al Sole), in questa notte ci sarà un eclissi totale di Luna che interesserà proprio l’Italia. Vedere Marte non dovrebbe essere difficile, in quanto dipingerà il cielo con il suo inconfondibile colore rosso.

Giove

sistema solare

Come abbiamo detto Venere sarà l’oggetto più luminoso del cielo in queste notti d’estate, questo fino al suo tramonto, attorno alle 23:00, quando l’oggetto più luminoso diventerà Giove, che rimarrà nel cielo notturno fino ed oltre le 3:00. Per vederlo dobbiamo puntare gli occhi a Sud-Ovest, dove si confonderà tra le stelle della costellazione della Bilancia.

Saturno

sistema solare

Infine tra i protagonisti del cielo estivo ci sarà l’affascinante Saturno, il quale si troverà non molto distante da Giove, mimetizzandosi tra le stelle della costellazione del Sagittario. Varrebbe la pena farsi un giro in un osservatorio astronomico solamente per ammirare gli anelli di Saturno che, in questo periodo dell’anno, sono più brillanti che mai.

This post is also available in: enEnglish

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.