Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

Dai no-vax ai terrapiattisti: i complottisti che diventano film e videogiochi

complottisti

Non sono un segreto la miriade di movimenti che si sono creati nel mondo. Complottisti che ritengono ci sia sempre qualcuno che tira le redini del mondo da dietro le quinte. Non vorremo constatare se ciò sia vero oppure no, perché potrebbe anche esser così. Ma la cosa assurda e la piega che tutto ciò sta prendendo. Ci sta letteralmente sfuggendo di mano, trovando correnti di pensiero che mettono in dubbio le fondamenta della scienza e della fisica.

Le teorie

Intorno alla metà del 1900 ci battemmo per ottenere il vaccino contro la poliomielite, malattia che letteralmente dimezzava la popolazione infantile. Malattia che fu finalmente ritenuta sconfitta nel 1980, raggiungendo uno dei più grandi traguardi medici della storia. Adesso, appena 40 anni dopo, c’è chi si schiera contro i vaccini, rendendo così vano il lavoro di una vita di chi ci ha preceduto.

Ma non solo… c’è chi sostiene, lo sappiamo ormai benissimo, che la terra è piatta, che l’evoluzione non esiste, che l’universo non esiste. Complottisti di questo genere sono protagonisti di post e scenette esilaranti. Eppure quale sia il motivo che spinge la gente ad abbracciare questi movimenti non si sa bene. Forse è il bello di sentirsi “alternativi” o semplicemente per farsi una risata dall’interno, ma non mettiamo in dubbio che ci sia qualcuno che ci creda realmente.

Qualsiasi siano le loro ragioni, giuste o bizzarre esse siano, abbiamo imparato a conoscerle, e queste di rimando stanno letteralmente invadendo ogni angolo del pianeta, influenzando innumerevoli settori, compreso quello tecnologico, video ludico e cinematografico.

“La Terra è piatta”

Ecco la teoria più bizzarra di tutte. Su di essa ne abbiamo sentite veramente di tutti i colori. E sì, perché i terrapiattisti non si lasciano prendere in giro dai complottisti che vogliono farci credere che siamo solamente un piccolissimo pianeta, in un piccolissimo sistema solare, ancorato in un angolino di una piccolissima galassia qualsiasi, aggrappata quest’ultima, infine, alla trama di un universo infinito.

complottisti
Ipotetico scenario del nostro pianeta nell’ideale collettivo dei “terrapiattisti”

Un niente praticamente. E rispondono prontamente a qualsiasi quesito gli venga posto, ingaggiando discussioni su argomenti ancor più bizzarri della terra piatta, come il muro di ghiaccio che circonda i continenti o l’effetto pacman. O ancora, la forza di gravità che è solamente un illusione e l’alternarsi del giorno e della notte un ingegnosa macchinazione dei potenti che ci governano.

E che dire dopo tutta quest’inventiva, degna di un premio oscar, si sono davvero meritati un film tutto dedicato a loro su Netflix.

La Terra è piatta” è il documentario di Daniel J. Clark, che ci catapulta nel vorticoso e assurdo mondo delle Flat Earth Society del mondo. Tra i principali protagonisti del film troviamo Mark Sargent, uno dei più grandi esponenti del movimento.

“Scopri la crescente comunità mondiale dei terrapiattisti che difendono la loro teoria pur vivendo in una società che la rifiuta con veemenza”.

Eppur si muove

Plague Inc e i No-vax

Anche i già citati no-vax, seguaci del movimento che fermamente si batte contro la vaccinazione, nonostante la società in cui viviamo ci sprona a capire quanto questi siano essenziali, si ritagliano un angolino tutto loro.

Anche se probabilmente questi complottisti non ne saranno contenti, dato che nel videogioco in cui vengono menzionati scatenano una pandemia globale.

Complottisti
Plague Inc. – Scatena una pandemia globale

Stiamo parlando di Plague Inc., un videogioco creato da Ndemic Creation diffusosi prima su device iOS e Android e approdato, poi, su Xbox, Playstation 4 e PC. L’obiettivo del gioco è quello di creare e diffondere sull’intero pianeta una pandemia globale e sterminare così la popolazione umana prima della diffusione di una cura.

Forse un po’ per gioco un po’ per schernire i complittisti, i fan del videogioco hanno lanciato una sfida su twitter: raggiungere 15.000 firme per chiedere alla casa produttrice di aggiungere gli anti-vax nel gioco. A firmare, alla fine, sono stati più di 25.000 e la Ndemic Creation ha risposto che accetterà la proposta e, nei prossimi aggiornamenti, ci saranno i no-vax in Plague inc.

Vorrà essere questo un guanto di sfida lanciato al movimento no-vax stesso, che sta creando gran scompiglio non solo in Italia, ma, a quanto sembra, nel mondo intero?

This post is also available in: English

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.