Movecoin: ecco l’app che paga per fare esercizio fisico

Se pensavate che fare esercizio fisico e rimettersi in forma fosse alquanto faticoso, adesso potreste aver trovato una giusta spinta a raggiungere gli obiettivi prefissati. Si tratta di Movecoin, un’app tutta italiana che fonde salute e sostenibilità ambientale, consentendo agli utenti di guadagnare dieci centesimi per ogni chilometro percorso in modo ecologico. Ovviamente si tratta di valute virtuali ma, come abbiamo potuto apprendere grazie ai Bitcoin, anche queste hanno il loro valore economico. Nel nostro articolo, dunque, abbiamo deciso di elencarvi le sue funzionalità e quello che potrebbe rappresentare all’interno del vasto settore economico.

Movecoin: ecco come funziona

Movecoin rientra nel settore delle green apps ed è stata brevettata dal dottor Massimo Scaglione allo scopo di spingere le persone ad evitare mezzi inquinanti e a raggiungere le proprie mete a piedi e in bicicletta, preservando in questo modo la propria salute fisica e quella dell’ambiente circostante. L’applicazione sfrutta il fitness tracking, che negli ultimi anni è diventata una vera e propria moda grazie a Runtastic e Google Fit, e per ogni chilometro percorso accredita nel portafoglio digitale degli utenti 10 centesimi espressi in moneta virtuale. Il compenso ottenuto potrà essere speso nei negozi convenzionati in percentuale da un minimo del 10% fino al 100% del valore dell’acquisto in base agli accordi presi da questi ultimi. Il valore dei Movecoin presso gli esercizi convenzionati sarà doppio del valore nominale (l’elenco completo di chi aderisce all’iniziativa può essere consultato direttamente nell’applicazione). La moneta digitale, inoltre, potrà essere convertita in euro mediante accredito su una carta prepagata di nome Hype, sottoscrivibile senza spese di gestione proprio dall’app stessa, disponibile per il download in forma gratuita sull’Apple Store. Il menù dell’applicazione prevede una schermata principale nella quale è possibile far partire e monitorare il conteggio della distanza percorsa, una schermata riepilogativa dei percorsi effettuati, una relativa al portafoglio virtuale dove potrete trovare gli importi guadagnati e infine una maschera nella quale viene indicato il numero totale di utilizzatori, il totale dei MoveCoin in circolazione, risparmio di CO2 e il risparmio di petrolio. Detto questo, non vi resta che scaricarla, iniziare a camminare per lunghe tratte o a pedalare, e guadagnare. Ecco un breve video che ne illustra il funzionamento:

Movecoin: il futuro del mercato virtuale

L’applicazione italiana presenta una funzionalità davvero interessante: è infatti possibile mettere all’asta i Movecoin prodotti, come le criptovalute già esistenti sul mercato finanziario, cedendoli al miglior offerente in cambio di euro, quindi passando di mano in mano il prezzo della moneta Movecoin. Questa potrebbe, quindi, acquistare valore e far risultare ancora più redditizi i passi e le pedalate registrati dall’app. Per creare questa valuta digitale infatti non sono necessari dei computer con un’elevata capacità di calcolo, ma unicamente degli smartphone, visto che l’utente crea la moneta semplicemente muovendosi. Ovviamente è importante sapere che viene pagato solamente quello che viene certificato e riconosciuto come moto umano, perciò non sono ammesse scorciatoie di alcun tipo. Lo spostamento degli utenti, infatti, viene registrato e analizzato tramite il gps dello smartphone, non lasciando spazio ad equivoci. Nel presentare l’applicazione, Massimo Scaglione ha così dichiarato: “Con il moto ecologico tutti possono togliersi qualche sfizio, ma anche aiutare l’ambiente. Perseguire la sostenibilità aiutando le persone a migliorare se stesse e la propria salute è la mission della nostra azienda“. I primi dati emersi da indagini effettuate sugli utenti che hanno deciso di provarla sono abbastanza incoraggianti, poiché è stato riscontrato un risparmio di 4.35 tonnellate di CO2 nell’atmosfera. Insomma, Movecoin ha tutte le carte in regola per trasformarsi in una rivoluzione digitale del benessere e della salubrità dell’ambiente. Staremo a vedere se altre aziende nostrane proveranno a fare lo stesso.

This post is also available in: enEnglish

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.