Su Windows 9 interfacce diverse per ogni tipologia di dispositivo

Una prima versione di Windows 9, nome in codice Threshold, potrebbe essere disponibile già entro la fine dell’anno. Fra le novità più attese, secondo le fonti, potremmo trovare un’interfaccia in grado di adattarsi in base al dispositivo in uso

Windows 8 è stato uno degli aggiornamenti più corposi della storia del sistema operativo di Microsoft, ma al tempo stesso anche uno fra i più dibattuti dalla community. L’esigenza di rivolgersi anche a dispositivi molto diversi fra loro ha costretto Microsoft a presentare un’interfaccia ibrida, ideale su tablet, ma poco pratica su desktop e notebook non dotati di touchscreen.

classicstart_w8.1[1]

Si tratta di un approccio che Microsoft ha cercato di rivedere con i vari aggiornamenti rilasciati sulla piattaforma, rivolti soprattutto all’uso con i PC tradizionali dotati di mouse e tastiera. Il gigante di Redmond ha già annunciato di voler reintrodurre il Menu Start classico, offrendo più opzioni agli utenti in base alle proprie esigenze e al dispositivo attualmente in uso.

Mary Jo Foley di ZDNet è riuscita ad ottenere alcune nuove informazioni su Windows 9, conosciuto al momento dagli addetti ai lavori con il nome Threshold. In base ai dettagli trapelati sino ad oggi, questo rappresenterà un ulteriore processo di affinamento per quegli utenti che preferiscono un approccio differenziato, in base alla tipologia di dispositivo in uso.

La nuova major release sarà rilasciata sotto forma di versione Preview entro la fine dell’anno, mentre la versione finale sarà disponibile nella primavera del 2015. In base alle informazioni ottenute da ZDNet, la nuova versione di Windows utilizzerà interfacce diverse su PC che adottano form factor differenti. Gli utenti che eseguiranno Threshold su un desktop/laptop disporranno di una SKU, o versione, che dà risalto al desktop (specificamente pensata per il lancio di applicazioni Win32/legacy).

I dispositivi due-in-uno, scrive ZDNet, come le soluzioni della famiglia Surface Pro, supporteranno invece lo switch fra le due interfacce, fra la ModernUI e quella a finestre tradizionale, in base alle periferiche di input (tastiere o mouse) collegate in un dato momento al dispositivo. La SKU Phone/Tablet non avrà alcun accesso all’ambiente desktop e funzionerà esclusivamente su dispositivi basati su architettura ARM e, probabilmente, Intel Atom.

La fonte riconferma la presenza di un Menu Start classico, che sostituirà, a discrezione dell’utente, la schermata di avvio tipica di Windows 8. Il menu sarà rivisto con l’implementazione delle live-tile tipiche dei nuovi sistemi Windows per dispositivi desktop e mobile. Queste potranno essere personalizzate, dando all’utente la possibilità di visualizzare esclusivamente le applicazioni compatibili con il solo ambiente desktop.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.