Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

Come attivare il tema scuro di Google

Tra gli appassionati di ricerche on line, il tema scuro è un tema che desta da sempre moltissimo interesse. Finalmente è arrivato anche per la ricerca Google su Android, su iPhone iOS e su Windows 10 e su quasi tutti i dispositivi e sistemi operativi diffusi sul mercato tecnologico. Vediamo come attivarlo e perché è così amato.

Tra gli appassionati di ricerche on line, il tema scuro è un tema che desta da sempre moltissimo interesse. Finalmente è arrivato anche per la ricerca Google su Android, su iPhone iOS e su Windows 10 e su quasi tutti i dispositivi e sistemi operativi diffusi sul mercato tecnologico. Vediamo come attivarlo e perché è così amato.

Tema scuro, perché è così apprezzato?

Se non sapete cosa sia il tema scuro di un motore di ricerca e perché sia tanto amato da chi di computer se ne intende continuate a leggere.
Il tema scuro ha una qualità su tutte: il confort visivo. Infatti, quando si è stanchi dal lavoro ma ci si vuole mettere al pc alla sera è importante valutare quanto la luce incida sul nostro impatto visivo e sui nostri occhi.
ricerca google tema scuro
Il tema scuro arriva anche per la ricerca Google. Aiuta a non affaticare gli occhi e aumenta il risparmio energetico.
Avere a disposizione uno schermo con tonalità scure rende meno faticosa la lettura, anche perché migliora la visibilità dei testi e quindi rende più chiare anche le informazioni che si vanno a consultare.
C’è poi da dire che, nell’ambito degli smartphone soprattutto, il tema scuro fa risparmiare notevolmente energia, quindi la batteria del vostro telefono durerebbe di più se durante una ricerca Google utilizzaste una navigazione in modalità buio.
Da oggi Google lascia la possibilità di utilizzare il tema scuro su tutte le sue applicazioni, in particolare sulla ricerca Google per Windows 1o, Chrome OS e macOS.

Ricerca Google e tema scuro

Fino ad oggi la navigazione su Google la si faceva in chiaro, con una ricerca tramite il classico tema a fondo bianco. Ora avrete modo di utilizzare il tema scuro, purtroppo però non sarà disponibile subito per ogni utente.
Chi può già installarlo noterà una notifica in corrispondenza della pagina di ricerca Google. Un avviso che mette in chiaro la possibilità di utilizzare questo tipo di tema e che indica come attivarlo.

Come attivare il tema scuro per la ricerca Google

Se avete voglia di provare questo tema per le vostre navigazioni online vi basterà seguire le indicazioni all’interno della notifica di cui parlavamo sopra.
Il tema si può anche attivare autonomamente seguendo alcuni semplici passi.
Cliccate su Impostazioni e successivamente su Impostazioni di ricerca. Nella colonnina di sinistra troverete la voce Aspetto. Li avrete a disposizione 3 opzioni: Predefinito, Tema scuro e Tema chiaro.
Il tema Predefinito è quello che abbina il colore dominante di ricerca Google a quello del vostro dispositivo.
ricerca google tema predefinito
Il tema predefinito di Google è quello che vedere i colori di Google protagonisti della schermata di navigazione.
Il Tema chiaro è ovviamente l’opposto del Tema scuro, ovvero quello che ci interessa impostare per le nostre ricerche in modalità buio.
Una volta che avrete scelto l’opzione Tema scuro dovrete fare click su Salva in basso e confermare le modifiche.

A questo punto diventerà il vostro tema per la home page di Google, per la pagina dei risultati di ricerca, per le impostazioni di ricerca e per tutte le altre sezioni.

Vantaggi del tema scuro

Li abbiamo più o meno già elencati all’inizio di questo articolo. In conclusione però vorremmo ribadire perché sia tanto importante che finalmente il tema scuro sia disponibile per la ricerca Google.

Se utilizzi spesso il computer, per studio, lavoro o diletto, è bene tenere a mente la salute della propria vista messa continuamente alla prova dalle luci degli schermi e dalle immagini che vi vengono proiettate.

Il tema scuro aiuta a ridurre l’affaticamento dell’occhio ed è consigliato da ogni oculista. Inoltre, aiuta a risparmiare energia, perché appunto emana meno luce del tema predefinito e di quello chiaro.

Navigare in dark mode significa quindi aiutare l’ambiente, riducendo drasticamente il consumo di energia per dispositivo ed è sinonimo di riposo (soprattutto per i nostri occhi).

Non appena sarà disponibile per tutti, vi consigliamo di provare per una qualità di vita e di lavoro migliore.

 

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.