Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

Le prime Ferrari ibride

Le auto ibride o pienamente elettriche sono il futuro. Stanno invadendo concessionari e strade, attirando sempre più attenzione e consensi, soprattutto per la loro natura ecologica.

Certo solitamente si tratta di piccole auto, eccezione fatta per i grandi colossi dell’elettrico, come Tesla, l’auto elettrica per eccellenza, ed è insolito che un grande marchio produttore di automobili sportive d’alta fascia, come Ferrari, presenti un’autovettura ibrida.

Eppure tutti devono adattarsi ai tempi che cambiano, inoltre, le prestazioni non risentono poi molto di questo cambio di carburante. La rivoluzione green è arrivata ovunque, tra uscite ufficiali e rumors, è entrata anche in uno dei luoghi più sacri dell’automobilismo.

LaFerrari

Ferrari ibride

La prima vera Ferrari ibrida, LaFerrari, erede della Ferrari Enzo, è un autovettura ibrida di serie speciale limitata, prodotta dal 2013 al 2016, in 499 esemplari più uno.

I primi 499 modelli sono stati venduti già prima della sua presentazione ufficiale. Il più uno, invece, il 500esimo esemplare, è stato annunciato successivamente ed il suo ricavato totale è stato devoluto alle popolazioni colpite dal Terremoto del Centro Italia del 2016.

Si capisce subito che il nome scelto ha un suo particolare significato. Lo stesso Luca Cordero di Montezemolo, infatti, l’ha così definita: “Non è una Ferrari, ma LaFerrari, la summa di tutto ciò che è la nostra azienda. Ed è l’antesignana di ciò che nei prossimi cinque o dieci anni trasferiremo sulle nostre vetture del futuro”.

La speciale serie limitata di LaFerrari è stata l’occasione per sperimentare le tecnologie che in futuro potranno essere applicate all’intera gamma.

Il motopropulsore ibrido non è un deficit per la vettura, tutt’altro, esso ne esalta le performance e crea un contesto di guida divertente, fattori di essenziale importanza per una vettura Ferrari.

L’auto è equipaggiata con un 12 cilindri a V di 6.262 cm3, il motore aspirato più potente mai usato su una Ferrari stradale.

488 ibrida, una novità per il 2019

La prima Ferrari ibrida, seppur prodotta in serie limitata, con soli 500 esemplari, è stata un successo.

La rivoluzione green e l’esigenza di un cambiamento globale, inoltre, portano al bisogno di utilizzare alternative di natura elettrica. È per questo che è in arrivo una nuova Ferrari ibrida: la 488.

La Ferrari 488 GTB è una super car presentata e prodotta a partire dal 2015. Lo scorso anno, nel 2018, sono arrivate le versioni Spider e Pista.

Per quest’anno, invece, è prevista una nuova profonda rivisitazione della 488, la quale dovrebbe adottare la nuova tecnologia ibrida.

È da Aprile che circolano indiscrezioni e fotografie. In molti hanno avvistato una 488 girare in totale silenzio. Altri, invece, riportano di qualcosa più simile a una 458, anch’essa insolitamente silenziosa. Silenzio che riporta inconfutabilmente ad un motore ibrido o, addirittura, full-elettrico.

Fonti più ufficiali riportano di un grosso lavoro per trasformare la 488 in un’autovettura ibrida, grazie ad un’evoluzione dei propulsori.

Il V8 bi turbo, infatti, potrebbe adottare una tecnologia di sovralimentazione derivata dalla Formula 1. Il risultato sembrerebbe essere una vettura più veloce ed efficiente. Vettura che si pensa possa arrivare ufficialmente già nel corso del 2019.

Il primo SUV di casa Ferrari, conosciuto con il nome FUV (Ferrari Utility Vehicle), potrebbe montare lo stesso motore.

Il futuro di Ferrari

Un ulteriore motore V6 turbo, coadiuvato da un’unità elettrica, potrebbe arrivare intorno al 2020. Ma anche queste altro non sono che indiscrezioni.

Ferrari ibride

Il nuovo motore V6 turbo potrebbe debuttare sull’erede della Ferrari Dino e sul nuovo Suv Purosangue. Il progetto procede di pari passo con i motori di Formula 1, così da integrarne lo sviluppo e la ricerca. Probabilmente nei prossimi mesi si avranno ulteriori notizie.

Intanto è da Settembre scorso che è uscita la notizia che tutte le Ferrari dovranno essere elettrificate entro il 2022. Mentre fu lo stesso compianto Marchionne ad annunciare, la scorsa estate, l’arrivo di un modello full-electric.

This post is also available in: enEnglish

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.