Informazione Tecnologica

Super Mario Odyssey: 5 motivi per cui sarà il miglior gioco nella storia di Nintendo

Il 2017 è stata, sino ad ora, un’ annata videoludica memorabile, ricolma di gemme e titoli spettacolari che ricorderemo a lungo, e non sembra voler cessare il suo trend di eccellenza. Al momento, infatti, i riflettori sono tutti puntati al prossimo 27 Ottobre, data di uscita di Super Mario Odyssey, nuovo capitolo di una delle saghe più popolari di sempre.

Per celebrare il debutto in grande stile dell’idraulico videoludico più famoso al mondo su Switch, abbiamo deciso di stilare le cinque regioni secondo cui, a nostro avviso, Super Mario Odyssey può benissimo diventare il miglior titolo nella storia di Nintendo.

Una Customizzazione senza precedenti

La possibilità di cambiare l’aspetto di Mario, a proprio piacimento, rappresenta una delle grandi novità di questo capitolo. Come visto nei vari trailer pubblicati in rete, il mitico idraulico possiede un immenso guardaroba di abiti Super Mario Odysseyche strizzano l’occhio ai vecchi capitoli della saga, uno su tutti Dr. Mario, ed altri che variano a seconda dei livelli da esplorare. Nel caso di una visita in Messico, ad esempio, Mario indosserà una maglietta a tema ed un sombrero, oppure un elegante smoking nel caso di un giro a Las Vegas, e così via. Ovviamente queste chicche estetiche influiranno anche sulle scelte del gameplay, dal momento che il cappello indossato da Mario servirà a saltare tra i palazzi, raccogliere collezionabili e catturare nemici. Purtroppo abbiamo visto pochi spezzoni in azione, ma sono ugualmente bastati a farci scalpitare nell’attesa di mettere le mani su questo titolo.

Una colonna sonora sublime

Un’altra grande sorpresa di Super Mario Odyssey è rappresentata dalla mitica colonna sonora che, per la prima volta nella storia della saga, presenta dei brani cantati e non più dei semplici motivetti musicali. Il brano “Jump Up Super Star!”, presentato in occasione dell’E3 di quest’anno, racchiude perfettamente lo spirito scanzonato di questo nuovo capitolo, oltre ad essere perfettamente orecchiabile. Nintendo, inoltre, ha ampiamente confermato che ogni livello di gioco avrà un proprio brano tematico che farà felici tutti gli appassionati. Ecco un video della canzone, al fine di testimoniare il nostro entusiasmo:

Una pulizia grafica senza precedenti

Correva l’anno 1985 quando Super Mario debuttò con prepotenza sullo storico NES e ridefinì il genere platform, pur mantenendo una grafica minimalista e pixellata al massimo, date le limitazioni dell’hardware. Fast Forward di Super Mario Odysseyoltre vent’anni, Super Mario Odyssey possiede tutte le carte in regola per avere una presentazione grafica senza precedenti. Il titolo, infatti, girerà a 900p quando collegato alla TV tramite dock e 720p in modalità portatile. La situazione potrebbe ancora migliorare (all’E3 il gioco girava a 720p anche sul dock), ma l’obiettivo principale degli sviluppatori è mantenere una fluidità costantemente ancorata ai 60fps. L’attenzione al dettaglio da parte degli sviluppatori è stata davvero minuziosa poiché ogni ambientazione, ogni creatura da affrontare ed ogni palazzo da scavalcare sembrerà prenderà vita dinnanzi agli occhi dei giocatori.

Scattare foto a volontà

Ebbene sì, anche il mitico Super Mario si è lasciato prendere da questa rivoluzione tecnologica e dalla voglia di scattare foto all’ambiente circostante. Per la prima volta nella storia della saga, gli sviluppatori hanno introdotto la modalità Snapshot, una simpatica feature che consente ai giocatori di mettere in pausa il titolo, in qualsiasi Super Mario Odysseymomento vogliano, e di fotografare quello che accade su schermo. Questa modalità era presente anche nell’ultimo capitolo di Zelda, ma non così ottimizzata. Nintendo, infatti, permette agli utenti di modificare queste foto a proprio piacimento attraverso filtri, disegni, angolazione e così via, trasformando Snapshot in un vero e proprio mini Instagram mescolato al mondo di Super Mario. Noi abbiamo già perso la testa per le foto in bianco e nero del mondo di gioco.

Catturare T-Rex e non solo

No, non siamo impazziti del tutto. In Super Mario Odyssey i giocatori potranno lanciare il cappello di Mario e catturare ogni creatura presente su schermo, in stile Pokémon GO, compresi dei giganteschi tirannosauri. Basterebbe solo questo, dunque, per decretare a mani basse il nuovo capitolo della saga come il migliore di Super Mario Odysseysempre. Questa meccanica di “cattura” permette inoltre a Mario di prendere il controllo di alcuni nemici storici della serie, dai Pallottolo Bill ai Goomba fino ai Categnaccio e i Martelkoopa, ciascuno dei quali in possesso a sua volta di una meccanica unica da utilizzare nel mondo di gioco. In definitiva, Super Mario Odyssey sembra essere il platform 3D definitivo, un’esperienza familiare ma al tempo stesso innovativa, pronta a sbaragliare la concorrenza. Appuntamento al 27 Ottobre, dunque, per la prova completa del titolo.