Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

Il Merge di Ethereum rivoluziona le criptovalute

Svolta green: necessaria ma rischiosa

Quello attuato da Ethereum è un cambiamento che cambierà per sempre il mondo delle criptovalute e la tecnologia della blockchain. Cos’è il Merge di Ethereum e perché rivoluziona le criptovalute?

Il Merge di Ethereum

Quello attuato da Ethereum è un cambiamento che cambierà per sempre il mondo delle criptovalute e la tecnologia della blockchain. Cos’è il Merge di Ethereum e perché rivoluziona le criptovalute?

Thank you for reading this post, don't forget to subscribe!

Una data storica per Ethereum

Il cambiamento è avvenuto in una notte, con un aggiornamento tanto veloce quanto rivoluzionario. La criptovaluta di Ethereum è passata dall’essere una blockchain proof of work all’essere una blockchain proof of stake.

Il Merge di Ethereum
Il Merge di Ethereum

Il cambiamento consiste principalmente nel risolvere uno dei più grandi problemi del settore delle criptovalute: il consumo massiccio di energia.

È un cambiamento epocale. Verrà risolto definitivamente il problema del consumo di energia di una delle più importanti piattaforme di blockchain, la seconda per capitalizzazione di mercato.

Ethereum è a oggi una piattaforma blockchain su cui si basa uno dei più vasti ecosistemi di applicazioni del web3: da protocolli di finanza decentralizzata a svariati progetti Nft”, spiegano Valeria Portale e Giacomo Vella, dell’Osservatorio Blockchain e Distributed Ledger del Politecnico di Milano.

Cos’è il Merge

Il Merge è in realtà solamente una parte di un più ampio progetto portato avanti da Ethereum negli ultimi anni.

Merge, letteralmente Fusione, è un cambiamento radicale, non solo dal punto di vista energetico, ma sarà un cambiamento molto rischioso per gli investitori e per la criptovaluta stessa. Ma vale la pena rischiare se si pensa che con questo metodo si vanno ad abbattere i consumi di energia del 99,95%.

Una svolta ecologica

Sì, avete capito bene: il 99,95%… quasi il 100%. Senza dubbio una rivoluzione green nel mondo delle criptovalute. Ma attenzione, perché non sarà tutto il settore ad abbattere in questo modo il consumo di energia, ma solamente Ethereum, che è, comunque, la seconda criptovaluta più importante al mondo e al primo posto come ecosistema di applicazione del web3.

Un cambiamento molto importante, dato che proprio negli ultimi tempi si era spesso parlato di quanto fossero eccessivi i consumi energetici di questo settore.

Come è possibile abbattere i consumi in questo modo? Non ci saranno più minatori e quindi non ci sarà più bisogno super computer in grado di risolvere i calcoli matematici che gestiscono la rete.

Con il Merge saranno i possessori di Ethereum a decidere

Non saranno più i minatori a tirare fuori dalla blockchain le criptovalute, ma saranno i possessori stessi della moneta digitale a garantire la corretta esecuzione delle transazioni, mettendo una quota dei loro Ether in palio.

Il Merge di Ethereum
Il Merge di Ethereum

Con il Merge si toglierà la barriera all’ingresso del processo di validazione. Ciò vuol dire che i validatori non dovranno più usare i supercomputer per l’attività di mining. Potranno accedere utilizzando direttamente i propri Ether.

Questo nuovo meccanismo apre le porte a nuovi investitori che potranno mettere a rendimento le proprie criptovalute.

Addio a minatori e super computer

Per Ethereum, quindi, non ci saranno più minatori a gestire super computer e fabbriche da mining. Una rivoluzione green, certo, ma che lascia alcuni dubbi.

Cosa succederà, infatti, adesso alla criptovaluta, ora che a controllarla sono i possessori di Ether stessi?

Inoltre, non è facile entrare in questa cerchia di nuovi validatori, in quanto è la quantità di Ether già accumulati a decidere chi controlla la blockchain. Per il momento, per entrare a far parte della cerchia dei validatori occorrono 32 Ether, pari a 50 mila euro.

Merge: un cambiamento rischioso ma necessario

Nonostante i dubbi che l’aggiornamento di Ethereum, Merge, ha portato, esso era necessario. Era necessario perché ultimamente c’era molto malcontento riguardo al settore delle criptovalute, soprattutto riguardo al consumo esagerato di energia, in un periodo di piena crisi energetica!

Lo stesso creatore di Ethereum ha ammesso che si tratta di una mossa rischiosa, ma se dovesse funzionare Ethereum spiccherà il volo davanti a tutte le altre, segnando l’inizio di una rivoluzione inimmaginabile.

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.