Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

Immunoterapia contro acaro della polvere

Immunoterapia: cos’è e come utilizzarla contro l’acaro della polvere, un tipo di allergia che colpisce tantissime persone, anche durante i cambi di stagione.

Ormai, purtroppo, la percentuale di persone che soffre di allergia all’acaro della polvere. Oggi vediamo insieme come utilizzare l’immunoterapia contro questo tipo di allergia. Addirittura in alcune regioni d’Italia rilasciano alcuni farmaci per prevenire le riniti allergiche in forma gratuita.

Thank you for reading this post, don't forget to subscribe!

Rinite allergica da acaro della polvere

L’acaro della polvere è un piccolo antropode, un insetto di dimensioni microscopiche di diverse specie. Sono responsabili di molti tipi di allergie perché si trovano in casa, soprattutto nei materassi del letto o nei cuscini del divano.

Hanno dimensioni piccolissime (1/4 di millimetro), quindi non si vedono ad occhio nudo. Anche per questo costituiscono un vero e proprio problema per la salute dell’uomo.

immunoterapia acaro della polvere
L’acaro della polvere si nasconde principalmente nei materassi e nei cuscini del divano. Una vera e propria piaga per chi soffre di riniti allergiche

Creano riniti allergiche che si protraggono per giorni se non trattate. Con il tempo, infatti, l’esposizione al contatto con questi piccoli insetti porta ad avere problemi respiratori di diversa natura. Il problema sono le uova dell’acaro, che espellono allergeni nocivi per l’uomo.

Si nascondono nella polvere

Secondo alcuni studi, per ogni grammo di polvere potrebbero esserci nascoste fino a 100.000 particelle di feci e uova d’acaro della polvere. Questo aumenta le possibilità di rinite allergica dell’80%: un familiare su 3 infatti ne soffre, spesso sono i più piccoli a farne le spese.

immunoterapia vitamina c
La vitamina C, insieme ai farmaci specifici per asma e riniti allergiche, può essere un ottimo alleato per combattere l’allergia all’acaro della polvere

Insomma, l’allergia da acaro della polvere è potenzialmente più pericolosa di quella causata dal polline. Per contrastarla esiste un’immunoterapia specifica, argomento del nostro articolo di oggi. Nei prossimi paragrafi vedremo come curare le riniti da acaro della polvere.

Immunoterapia contro acaro della polvere: Toscana in pole position

Tra le regioni che hanno deciso di aiutare coloro che soffrono di allergia da acaro della polvere con una adeguata immunoterapia, la Toscana è sicuramente in pole position.

Infatti, la regione ha deciso di erogare gratuitamente spray nasali per le riniti allergiche e i farmaci specifici una volta che vengono prescritti dal medico di famiglia.

immunoterapia dna
L’immunoterapia per l’allergia da acaro della polvere si pratica con farmaci specifici che in alcune regioni d’Italia, una tra tutte la Toscana, vengono rilasciati gratuitamente

Con questa iniziativa sta aiutando un range tra le 750.000 e i 950.000 persone che soffrono di rinite allergica, di cui una percentuale (circa 190.000-380.000) è anche affetta da asma bronchiale sempre conseguente all’allergia da acaro da polvere.

Numeri che dimostrano come la sanità regionale sia molto attenta a questo problema, per il quale si fanno anche campagne di prevenzione per mostrare agli utenti come pulire casa, in particolare materassi e divani, e ogni quanto. L’obiettivo è ridurre i casi di allergia nell’arco dei prossimi 5 anni.

Immunoterapia contro l’acaro della polvere: fattori

Ma come si compone l’immunoterapia contro l’acaro della polvere? Quali sono i farmaci che devono essere somministrati ai pazienti affetti? Lo scopriamo in questo paragrafo. Se siete interessati, continuate a leggere.

Contro le riniti e l’asma bronchiale date dall’acaro della polvere servono broncodilatatori e i corticosteroidi. Farmaci specifici, che garantiscono alle vie respiratorie di rimanere libere o di liberarsi in caso di un attacco d’asma improvviso.

I farmaci descritti vanno usati al bisogno, in caso di attacchi intensi, oppure secondo indicazione del medico in forma costante ogni tot ore. Nel caso delle rinosinusiti, ad esempio, si prescrive l’utilizzo di spray nasali specifici ogni 2/3 ore per garantire al sistema respiratorio di mantenersi libero e pulito da allergeni e agenti patogeni esterni.

I commenti sono chiusi.