Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

The Witcher diventa un videogioco in AR

La saga di The Witcher diventa un videogame con la stessa tecnologia di Pokemon GO

Dopo aver conquistato i telespettatori, la saga di The Witcher diventa un nuovo gioco per smartphone. Monster Slayer sarà in augmented reality, proprio come il popolarissimo Pokemon GO, e debutterà il 21 Luglio su dispositivi Android e IOS. Ecco tutte le informazioni e le curiosità su questo nuovo, intrigante titolo.

Arriva il videogioco per smartphone ispirato a The Witcher

The Witcher: Monster Slayer è il titolo del nuovo gioco ispirato alla popolarissima saga delle avventure di Geralt di Rivia. Sarà disponibile su tutti i dispositivi mobili, per sistemi operativi IOS e Android, a partire dal 21 Luglio 2021.

La serie, ispirata ai lavori di Andreji Sapkowski, non è nuova al contesto ludico. Il mondo di Geralt è già stato trasposto in una serie di titoli giocabili su computer e console console. Il primo videogioco risale al 2007; nel 2011 è stata la volta del sequel, mentre il terzo e – per ora – ultimo capitolo risale al 2015.

Ma The Witcher: Monster Slayer sarà molto diverso dai videogiochi precedenti. E non potrebbe essere altrimenti. I giochi per dispositivi mobili non possono contare sulla stessa complessità di trama e ricchezza di risorse dei videogame per pc, o per console. Le limitazioni di questo formato, però, diventano la forza di The Witcher: Monster Slayer. Che, come vedremo, offrirà ai giocatori la possibilità di esplorare il mondo di Geralt  direttamente dal proprio smartphone.

A caccia di mostri come Geralt di Rivia

In The Witcher: Monster Slayer potremo esplorare i confini del mondo creato da Andreji Sapwoski. L’obiettivo è rintracciare e combattere le creature più assortite. Ma con un elemento di novità in più.

Infatti, il nuovo gioco per smartphone ispirato alla saga di Geralt utilizza la stessa tecnologia del popolarissimo Pokemon GO. La grafica digitale si sposa alla realtà aumentata; il risultato è un’esperienza coinvolgente e dinamica. Per rintracciare i mostri da sconfiggere, il giocatore dovrà muoversi fisicamente lungo percorsi reali. Scenari e creature si sovrappongono al mondo circostante, nel corso di un’avventura ricca di colpi di scena.

Augmented reality e un contesto da gioco di ruolo
Il nuovo gioco avrà un contesto GDR con quest, missioni e stili di combattimento personalizzabili

Il videogioco, infatti, non si esaurisce in una “trophy hunt” con l’obiettivo di collezionare prede. Al contrario presenta tutti gli elementi che si ritrovano in un GDR, seppur su scala ridotta. Il giocatore interpreta un giovane witcher, un cacciatore di mostri intenzionato a conquistare gloria e fama.

Nel corso della storia ispirata a The Witcher, si potranno scegliere varie quest e missioni da completare. Maggiore sarà il percorso di crescita del personaggio, più alta sarà la posta in gioco. Solo al termine delle sue avventure, se avrà portato a termine tutte le sfide, il protagonista potrà finalmente realizzare il suo sogno e diventare una leggenda vivente.

Naturalmente è anche possibile personalizzare il proprio stile di combattimento, o andare a caccia di nuove armi. L’esperienza è quindi in tutto e per tutto simile a quella di un gioco di ruolo.

The Witcher: Monster Slayer

The Witcher: Monster Slayer si svolge cronologicamente molti anni prima delle avventure di Geralt di Rivia. Per il giocatore sarà quindi l’occasione di esplorare la lore dei romanzi e racconti di Sapwoski. Andando al di là anche di quanto già adattato per la serie Netflix e i videogiochi precedenti.

Del resto proprio il successo della serie TV ha spinto lo studio Spokko a sviluppare questo nuovo titolo interattivo.  Il gioco era stato anticipato lo scorso anno in Nuova Zelanda, con una versione beta. La full release, invece, sarà disponibile in modalità free to play a partire dal 21 Luglio. Gli utenti Android potranno anche scegliere se pre-registrarsi sul Google App Store, per ricevere direttamente il gioco sul proprio smartphone il giorno dell’uscita.

The Witcher: Monster Slayer
Le prime immagini del gioco ispirato a The Witcher

Per quanto riguarda il doppiaggio, The Witcher: Monster Slayer sarà disponibile solamente in lingua inglese. Per il mercato italiano sono disponibili i sottotitoli, con traduzioni curate e fedeli all’opera originale di Sapwoski. Anche la colonna sonora è generalmente di ottimo livello, e rispecchia le atmosfere oscure del mondo fantasy creato dall’autore.

Un altro aspetto positivo di The Witcher: Monster Slayer riguarda la sua rigiocabilità. Non soltanto infatti sarà possibile condurre il protagonista attraverso diverse avventure e quest sempre diverse. Lo sviluppatore, Sokko, ha già annunciato che non mancheranno gli aggiornamenti e le espansioni future. L’avventura nel mondo The Witcher è appena cominciata!

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.