Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

La realtà virtuale secondo Nintendo

Nel mondo video ludico la Nintendo ha da sempre un posto speciale, con il suo modo di approcciarsi al grande pubblico completamente diverso da quello delle altre grandi console. Forse meno avvezza all’iperrealismo e più alla fantasia, ma pur sempre con la voglia di gettarsi a capofitto nelle ultimissime tecnologie. La tecnologia più incredibile degli ultimi anni nel mondo dei videogames è, senza dubbio, la realtà virtuale. Come è la realtà virtuale secondo Nintendo?

Nintendo Labo – Kit VR

Abbiamo già parlato del Nintendo Labo, costruzioni di cartone che fanno da ponte tra il mondo reale e la manualità nel realizzare oggetti e il mondo virtuale dell’ultima console Nintendo, la Switch. Con l’arrivo dell’ultimo kit Nintendo ha intenzione di lanciarsi nel mondo della realtà virtuale.

Il Nintendo Labo – Kit VR è arrivato nei negozi lo scorso 12 Aprile e consente di costruirsi il proprio personale visore di  cartone e di vivere entusiasmanti nuove avventure in realtà virtuale.

Nintendo Labo - kit VR
Costruisci il tuo visore con Nintendo Labo

Il progetto ricorda quello del Cardboard di Google, che permetteva di trasformare qualsiasi smartphone in visore, con l’aiuto di un semplice cartone. Magari non potrà sembrare una grande tecnologia, soprattutto ora che i visori per la realtà virtuale e realtà aumentata stanno prendendo piede, eppure il concetto di Nintendo Labo è proprio questo: rendere straordinario anche solo un pezzo di cartone.

Il Nintendo Labo – Kit VR è il quarto kit, prima di questo erano già usciti i kit Variety, Robot e Vehicle. A differenza degli altri visori, quello proposto da Nintendo è semplice e interattivo, con lo scopo di avvicinare alla realtà virtuale non solo i più appassionati, ma anche bambini e famiglie.

I Toy-Con e il visore

Nel kit ci sarà un Toy-Con visore da implementare con altri cinque Toy-Con:

  • Il blaster Toy-Con;
  • La fotocamera Toy-Con;
  • L’uccello Toy-Con;
  • Il pedale eolico Toy-Con;
  • L’elefante Toy-Con.

Gli ultimi quattro saranno disponibili in due diversi kit d’espansione.

Nintendo Labo - kit VR: cinque toy-con
Cinque diversi Toy-Con per vivere la realtà virtuale

Il kit base, con il Toy-Con visore e il Toy-Con Blaster, dispone anche del software per Nintendo Switch, che ci consentirà di accedere alla piazza virtuale Nintendo, con oltre 60 giochi in realtà virtuale. Potremo, ad esempio, esplorare fondali marini e scattare foto alle creature acquatiche o combattere un invasione aliena. Ma non solo, prossimamente la realtà virtuale verrà implementata su due dei giochi più famosi e amati firmati Nintendo: Super Mario Odyssey e The Legend of Zelda: Breath of The Wild.

Nintendo Labo - kit VR
Combatti un invasione aliena con il visore Nintendo

Il visore di cartone ci permetterà di inserire la console switch, direttamente al suo interno, poggiandola al viso. Il resto del lavoro lo faranno il software e le lenti apposite.

Super Mario e Zelda

È passata appena una settimana dall’uscita del nuovo kit Nintendo Labo, ma tutti i fan Nintendo aspettano con ansia un’altra importante data: il 25 Aprile 2019. Tra pochi giorni, infatti, potremo usare il visore per giocare a Super Mario Odyssey e a The Legend of Zelda: Breath of The Wild.

The legend of Zelda: breath of the wild
La realtà virtuale in The Legend of Zelda

In Super Mario Odyssey ci saranno tre mondi, completamente giocabili in realtà virtuali: il Regno del Cappello, il Regno del Mare e il Regno dei Fornelli.

The Legend of Zelda è un’esperienza unica già di per sé, ma vissuta con il visore ha tutto un altro aspetto. “Scopri Hyrule da una nuova prospettiva diversa e completa l’intera avventura con il visore VR”.

Nintendo e realtà virtuale

Nintendo apre ufficialmente le porte alla realtà virtuale! Chissà quanto ancora avrà da offrire. Tuttavia non è la prima volta che la Nintendo tenta un approccio del genere. La prima volta fu nel 1995, con Virtual Boy. Forse era decisamente troppo presto, e la console fu un flop. La produzione smise appena l’anno successivo.

Ma questo è tutto un altro periodo storico per il mondo video ludico e nessuno può permettersi di rimanere indietro dal punto di vista tecnologico, ovviamente senza perdere la sua natura più soft e animata.

This post is also available in: enEnglish

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.