Informazione Tecnologica

Firefox Quantum: tutti i dettagli sulla nuova versione del browser di Mozilla

Firefox, web browser libero e multipiattaforma sviluppato da Mozilla nel 2002, ha raggiunto un incremento di popolarità davvero notevole negli ultimi anni che lo hanno portato ad avere cinquecento milioni di utenti nel 2014. Nonostante questo grande traguardo, Mozilla non è ancora leader di settore, dal momento che Chrome domina la classifica dei programmi con cui gli utenti navigano in rete, e Safari predomina nell’ambito mobile.

Al fine di riguadagnare posizioni in termini di quote di mercato, dunque, Mozilla ha annunciato il lancio ufficiale della versione 57 di Firefox, nota con il nome in codice di Quantum. Nel nostro articolo abbiamo deciso di elencare nel dettaglio tutte le caratteristiche dell’ennesima rivoluzione del browser della volpe di fuoco: nuova interfaccia, nuovo motore di rendering e nuova modalità di gestione delle estensioni sono soltanto alcune delle migliorie che gli utenti potranno sperimentare a partire da oggi.

Firefox Quantum: ecco il nuovo browser di Mozilla più rapido ed affidabile

Firefox Quantum nasce dalla fusione in un unico prodotto di diversi progetti autonomi di sviluppo delle funzionalità del browser e risoluzione delle sue maggiori problematiche. La novità principale è rappresentata da un nuovo motore di rendering delle pagine web che dovrebbe velocizzare l’apertura dei portali che l’utente vuole visitare. In questo modo viene definitivamente sostituito Gecko, il motore di rendering che aveva accompagnato lo sviluppo del browser negli ultimi anni. Non si tratta, però, di un passaggio repentino poiché il trasferimento da Gecko a Quantum era già iniziato nel 2016, quando alcune componenti del nuovo motore avevano preso il posto delle precedenti. Adesso, però, il passaggio diventa stabile e a beneficiarne sarà la struttura del browser e la velocità di Firefox nell’aprire le pagine web. A questo scopo contribuiscono anche Quantum Render e il Quantum DOM Scheduler. Il primo è un motore di rendering delle pagine web che sfrutterà la potenza della GPU per visualizzare più in fretta contenuti multimediali e testuali, mentre il secondo è un gestore delle risorse del computer il cui compito sarà quello di evitare che le schede aperte ma non visualizzate consumino troppa RAM, così da rallentare la visualizzazione della scheda attiva. Ecco un breve video che illustra le differenze in termini di velocità tra Firefox Quantum e Google Chrome:

Firefox Quantum: un design più snello e intelligente

Ad accompagnare Quantum ci pensa un’interfaccia utente nuova di zecca chiamata Photon UI, più leggera e allo stesso tempo più intuitiva da utilizzare. I cambiamenti vanno dalla scheda di navigazione al pannello delle impostazioni, fino ad arrivare alla pagina della nuova scheda ed alla barra laterale. I designer Mozilla, inoltre, hanno eliminato il search widget, ovvero il secondo campo di scrittura presente alla destra della barra degli indirizzi (e utilizzato, come dice il nome, per effettuare ricerche online senza dover accedere direttamente al motore di ricerca). Il widget potrà essere riattivato direttamente dalle impostazioni di Firefox, ma evidentemente gli sviluppatori del browser non lo hanno ritenuto di fondamentale importanza. Ecco un’immagine che illustra il restyling grafico dell’interfaccia utente di Firefox:

Firefox Quantum

Con Quantum arrivano anche delle nuove API di gestione delle estensioni e dei plugin di Firefox, novità che secondo alcuni potrebbe essere anche controproducente. Le novità, infatti, andranno a influenzare pesantemente il funzionamento degli addons già presenti nello store. Con Firefox 57 viene quindi introdotto il sistema WebExtensions API, compatibile con lo standard WebExtensions supportato da tutti i browser basati sul progetto Chromium (Chrome, Vivaldi, Opera) e Microsoft Edge. Questo sta a significare che le estensioni Chrome, ad esempio, potranno essere facilmente adattate per funzionare anche nel browser Mozilla, ma potrebbero esserci dei problemi per i plugin Firefox più vecchi e contraddistinti dalla dicitura “Legacy”. Se doveste avere una di queste estensioni installate nel vostro browser, il consiglio è di trovare una valida alternativa poiché da oggi non funzioneranno più. Firefox Quantum è disponibile come update gratuito per tutti coloro che utilizzano l’ultima versione del celebre browser.