Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

Dragonball The Breakers svelata la data

di uscita

Svelata la data d’uscita del nuovo gioco della Bandai Namco, Dragonball the breakers.

dragonball the breakers

Dragonball: The Breakers svelata la data di uscita del nuovo lavoro della Bandai Namco. Disponibile per PS4, Xbox One, Nintendo Switch, PS5 e Xbox Series X|S in retrocompatibilità.

Thank you for reading this post, don't forget to subscribe!
dragonball the breakers
Durante il weekend si è svolto il beta test del gioco e noi lo abbiamo provato in anteprima.

Annunciata l’uscita con un nuovo trailer

L’arrivo del nuovo gioco della Bandai Namco è previsto per il 14 ottobre, per ora lo trovate sugli store in prevendita. L’annuncio è stato dato insieme al trailer e la spiegazione delle varie edizioni limitate e il closed test che si è concluso domenica 7 agosto.

Le prevendite le potete trovare sia dai rivenditori selezionati che sugli store digitali. Il gioco verrà venduto in tre differenti versioni: Standard Edition, Special Edition e Limited Edition.

L’edizione standard sarà disponibile solamente nel formato digitale, se prenotate questa versione otterrete una “Android 18 Transphere” con inclusa l’abilità Wall Kick che vi sarà utile durante gli attacchi dei razziatori. Avrete anche l’accessorio “Scouter (Blue)” per muovervi più velocemente negli scenari.

Per quanto riguarda l’edizione speciale sarà disponibile sia fisica che digitale. Include il gioco completo e lo Special Edition Pack. Il pack contiene una posa speciale per la vittoria “Two-Handed Good”, un costume personalizzabile e la skin per il veicolo “Dragon” di colore giallo. Oltre che gli oggetti e le abilità dell’edizione standard.

Nella Limited Edition, che sarà disponibile per l’acquisto solamente nello store Bandai Namco, avrà una Steelbook. In più alle altre due edizioni avrà anche 3 adesivi del Razziatore e una figurine di Cell (Larva), e l’accessorio di gioco a tempo “Potara (Green)”.

dragonball the breakers
Qui potete vedere uno dei Sopravvissuti disponibili nella personalizzazione del proprio avatar.

Dragonball: The Breakers il gameplay

Ho avuto il piacere di essere una delle partecipanti al Closed Network Test che si è svolto sabato 6 e domenica 7 agosto. Durante il test si poteva scegliere se essere un Sopravvissuto oppure un Razziatore (e quindi utilizzare Cell o Freezer).

I Sopravvissuti sono personaggi completamente personalizzabili, selezionabili per genere maschile o femminile. A meno che non abbiate le skin Sopravvissuto Bulma e Sopravvissuto Oolong che saranno insieme a voi nel prologo.

Verrà organizzata una Open Beta per tutti i giocatori molto presto in cui verranno svelati altri dettagli del gioco. Per quanto riguarda l’ambientazione ci troviamo nell’universo di Dragonball Xenoverse. Abbiamo una squadra di sette Sopravvissuti che deve sfuggire ad un Razziatore.

Mentre si fugge dagli attacchi del Razziatore che più avanza più si eleva di potenza, sino a raggiungere il massimo livello, raccogliamo oggetti e cerchiamo le chiavi per attivare la Super Macchina del Tempo.

In Dragonball The Breakers ci troviamo a venire risucchiati dalle fratture temporali in differenti scenari. Con l’aiuto delle Transphere possiamo utilizzare i poteri degli eroi del passato ma ad un tempo limitato. Queste sfere contengono le anime di alcuni dei guerrieri più famosi della saga di Dragonball, le loro abilità e i loro poteri. Imparare ad utilizzarle all’inizio non è stato semplice ed intuitivo però una volta che ci prendi la mano è divertente.

dragonball the breakers
L’uso della Transphere permette al Sopravvissuto di utilizzare abilità e poteri di un eroe del passato.

Fuggire con la Super Macchina del Tempo

La storia inizia con un viaggio nel tempo, Trunks che ci trova privi di senso e cerca di risvegliarci. Il suo compito in questo gioco è riparare le fratture temporali. Una volta rianimati ci spiega che siamo stati inghiottiti da una frattura temporale e ci troviamo in una zona dove tempo e spazio sono nel caos più totale.

Come se non bastasse una terribile minaccia ci si sta per abbattere contro e ovviamente noi ci troviamo proprio al “centro del ciclone”. L’unica soluzione possibile è far partire la Super Macchina del Tempo costruita da Trunks che riporta alla normalità la linea spazio-temporale rispedendo ogni sopravvissuto alla sua linea originaria.

La minaccia di cui si parla è Cell che, sfruttando il fatto di essere stato anche lui risucchiato dalla frattura temporale ne approfitta per seminare terrore e distruzione. Il suo obiettivo è distruggere la macchina del tempo e quindi dominare su ogni linea temporale.

dragonball the breakers
Qui uno dei sopravvissuti sta rianimando il compagno di squadra.

Dopo il tutorial arriviamo nel Tempio di Dio

Una volta attivata la Super Macchina del Tempo Trunks ci trasporta nel Tempio di Dio. Il luogo dove potremo preparare e allenare il nostro avatar prima di ributtarci nell’azione. Infatti secondo Trunks le fenditure del tempo possono risucchiarci da un momento all’altro.

Ci ritroviamo quindi nei panni di un abitante di West City mentre l’ottavo membro della lobby sarà uno dei Razziatori. Lo scopo è quindi quello di sopravvivere e fuggire con la macchina del tempo riparando la linea temporale o sconfiggere il Razziatore.

All’inizio della partita ognuno dei partecipanti potrà raccogliere fonti di energia, perlustrare l’area aiutando i civili in difficoltà e trovare risorse utili alla propria sopravvivenza. Salvando i civili e facendo gioco di squadra si potrà salire di livello. Ogni volta che saliamo di livello possiamo evocare degli spiriti di guerrieri provenienti da altre linee temporali.

Bulma costruirà un radar per aiutarci a trovare le chiavi che servono ad attivare la Super Macchina del Tempo con la quale fuggire. Ma se non facciamo in tempo il Razziatore la distrugge e siamo costretti alla resa o peggio spacciati.

Si tratta di un gioco spensierato senza troppe pretese, alcuni aspetti non mi sono piaciuti molto come ad esempio il fatto che il Razziatore ti attacca subito senza darti nemmeno il tempo di accorgertene (per questo è meglio fare gioco di squadra).

Diciamo che l’idea di partenza è buona, tante volte ci siamo chiesti come farebbero dei sopravvissuti senza potere alcuno a sfuggire alla furia di Cell, Freezer o Majinbu. Insomma un’idea differente dai soliti picchiaduro ai quali eravamo abituati. Però in pratica il gioco appare un pochino goffo e poco strutturato.

Il fatto è che durante il test ho notato che molti dei giocatori cercavano di giocare senza aiutare la squadra e questo ci ha penalizzati tantissimo facendoci fallire ogni volta la sopravvivenza. Alla fine questo aspetto che trovo molto importante non mi invoglia del tutto a comprare Dragonball The Breakers, e anche il fatto che sembra un pochino ripetitivo.

Però il fatto che puoi personalizzare il tuo personaggio e scegliere se stare dalla parte del bene o del male sono aspetti che mi son piaciuti molto.

 

Potrebbe piacerti anche

I commenti sono chiusi.