Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

Resident Evil sbarca (anche) su Netflix

La fortunata serie di Resident Evil diventerà un live action trasmesso su Netflix

Resident Evil nasce come videogioco, diventa successivamente una serie di film (con Milla Jovovich) e adesso sbarca su Netflix, che proporrà un adattamento in live action.

Su Netflix una serie ispirata a Resident Evil

Resident Evil è una pietra miliare della fiction. Al punto che è davvero difficile immaginare di non averne sentito parlare almeno una volta.

La storia nasce come un videogioco sviluppato in Giappone da Capcom nel 1996. Si tratta di un survival horror che riporta in auge la figura dello zombie; il titolo originale avrebbe dovuto essere Biohazard.

Il gioco ottiene un buon successo di pubblico, distinguendosi per l’originalità di temi e ambientazioni. Nato per PlayStation One, ha conosciuto un successo che dura fino ai giorni nostri. La popolarità del franchise, però, è salita alle stelle nel 2002, con l’uscita del film primo di una serie di film tratti dalla serie.

I popolarissimi film di Resident Evil, con Milla Jovovich nei panni della protagonista, hanno rivoluzionato il panorama della fantascienza horror. Dal 2002 al 2016 il loro successo di pubblico non accenna a scemare. Catturando anche l’attenzione della piattaforma di streaming Netflix, che ne ha annunciato un attesissimo adattamento.

Resident Evil su Netflix; come sarà?

La nuova serie Netflix ispirata a Resident Evil sarà probabilmente diretta da Brownen Hughes; il regista, che aveva anche lavorato a “The Walking Dead”, firmerà certamente i primi due episodi. Showrunner fresco di conferma è, invece, Andrew Dabb, già autore di “Supernatural”. Insomma, due che in fatto di horror sanno il fatto loro.

Ma di cosa tratterà la serie tv ispirata a Resident Evil?

La nuova serie di Netflix
La nuova serie Netflix si ispira al videogioco

La storia vede protagoniste le sorelle Wesker, Billie e Jade. All’epoca in cui inizia la serie, le due ragazze hanno quattordici anni e si sono appena trasferite a New Raccoon City assieme al padre.

La città è l’ultimo ritrovato di un’espansione delle grandi multinazionali industriali, ormai completamente fuori controllo. Si tratta infatti di una megalopoli interamente artificiale in cui Billie e Jade dovranno trapiantare le loro vite. La situazione si complica anche a causa del periodo particolare che le due sorelle stanno attraversando, ovvero l’adolescenza. Ma non solo.

Ben presto appare evidente che dietro l’apparenza sofisticata e hi-tech di New Raccon City si nasconde qualcosa di molto più oscuro. E minaccioso. Billie e Jade non impiegano molto a capire che loro padre potrebbe essere al centro di un segreto dalle conseguenze devastanti…

Due storyline parallele, un filo comune; Jade Wesker

La seconda storyline principale della serie Resident Evil è invece successiva di oltre dieci anni. Fra i protagonisti troviamo nuovamente Jade Wesker, costretta a sopravvivere in uno scenario estremamente diverso.

Il pianeta è infatti sopravvissuto a stento all’epidemia di Virus T che ha contagiato esseri umani e animali, trasformandoli in terribili zombie assetati di sangue.

Jade Wesker
Jade Wesker sarà una dei protagonisti

La trentenne Jade, insieme a uno sparuto gruppo di superstiti, dovrà cercare di farsi strada in un mondo sempre più allo sbaraglio. Un incubo post apocalittico dove la vita è un’autentica lotta per la sopravvivenza e non ci sono certezze di sopravvivere.

Ma anche Jade nasconde dei segreti, segreti terribili che la riportano a dieci anni prima. E che potrebbero coinvolgere il destino di suo padre e di sua sorella…

E il pubblico si divide su Resident Evil

L’annuncio di Netflix ha suscitato reazioni contrastanti fra il pubblico.

Da un lato, i gamer “nudi e puri” che non hanno risparmiato critiche anche alla saga cinematografica della Constantin Film, esprimono un certo sdegno. Anche la serie di Netflix infatti non sarà una trasposizione identica ai videogiochi, diventati a loro volta dei cult.

Resident Evil 6
Resident Evil 6

Al pari dei film, la serie tv dovrebbe ispirarsi a grandi linee alla lore dei videgiochi e in particolare esplorare quelli che sono i villain per antonomasia di Resident Evil. Ovvero la Umbrella Corporation, che nei videogiochi (come nel film) scatena il terribile virus T sul pianeta. Trasformando chi ne entra in contatto in uno zombie assassino.

Del resto la serie Netflix nasce proprio da un accordo siglato fra la piattaforma di streaming e Constantin Film.

E sono proprio gli appassionati della serie cinematografica di Resident Evil ad attendere con entusiasmo l’esordio su Netflix del nuovo adattamento. Che promette di riservare numerose sorprese e easter egg, di sicuro impatto tra i fan.

This post is also available in: English

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.