Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

Le novità annunciate all’E3 2019

E3 2019

Si è da poco concluso l’evento più atteso dai videogiocatori di tutto il mondo: l’E3, la fiera che ogni anno a Los Angeles annuncia i videogiochi in arrivo nel corso dell’anno.

Tutti i grandi produttori di videogame e console si apprestano a far conoscere al grande pubblico le ultime grandi novità, tra rivelazioni inaspettate e giochi immancabili. Ma l’E3 è anche l’occasione per i piccoli produttori di farsi conoscere e notare, al fianco dei colossi di sempre.

Le console

A questo E3 è mancata la presenza di Sony, ma nonostante ciò, nel corso dell’intero evento, la Playstation 4 è stata comunque la console più citata. Subito dopo viene la Nintendo Switch. Proprio l’ultima console, infatti, sta registrando un trend positivo che ha permesso alla Nintendo di scalare nuovamente le classifiche di gradimento.

L’evento seguito su diverse piattaforme ha registrato un altissimo indice di gradimento per Nintendo su Twitter, divenendo la diretta più discussa di quest’anno.

Subito dopo troviamo la diretta Microsoft, che ha spiazzato tutti con la presenza di Keanu Revees. Ma Nintendo si piazza al primo posto tra gli eventi più visti anche su Youtube.

Diretta microsoft
Keanu Revees all’E3 2019

Su Twitch, invece, la conferenza di Microsoft Xbox è risultata essere quella più seguita.

I giochi

L’E3 2019 è stato un turbinio di nuovi giochi presentati, tra quelli che ci aspettavamo e quelli che non immaginavamo proprio. Il più chiacchierato dei giorni dell’evento è stato Cyberpunk 2077, di CD Project Red.

Il gioco, che uscirà il prossimo Aprile, è un GDR, ambientato in un futuro, il 2077, appunto, dove l’umanità ha raggiunto la singolarità tecnologica e le mega corporazioni hanno preso il controllo di quella che una volta era l’America.

In fatto di ascolti Cyberpunk 2077 ha superato il secondo di ben il 25%. Al secondo posto, appunto, troviamo Final Fantasy 7 Remake e subito dopo, ma di poco, Marvel’s Avengers, altro videogioco molto discusso nei giorni scorsi.

Le prime prenotazioni dopo l’E3

Se queste sono state le dirette più viste e gli argomenti più discussi, alla fine dei giochi chi ha davvero trionfato? A parlare sono ovviamente i pre-ordini già iniziati. Al primo posto troviamo l’ultimo capitolo di Call of Duty: Modern Warfare.

E3 2019
Call of Duty: Modern Warfare

Al secondo posto troviamo una vera e propria icona del mondo video ludico: Pokemon, che si ridisegna all’insegna delle nuove tecnologie e dell’avanzata grafica in Pokemon Spada e Scudo. Per chi è cresciuto con la serie è senza dubbio un must.

Troviamo poi Final Fantasy 7 remake e Cyberpunk 2077, che nonostante il grande successo ottenuto nel corso della diretta, si piazza solamente al quarto posto.

Nintendo all’E3 2019

Tra le più grandi sorprese dell’E3 di quest’anno ci sono state le dirette Nintendo, che come sempre hanno arricchito l’evento con un calendario fitto di giochi e annunci inattesi. In soli 40 minuti di diretta la compagnia giapponese è stata, probabilmente, quella che più ha lasciato i propri fan sbalorditi.

Nintendo ha annunciato moltissime nuove uscite, per lo più attorno ai suoi grandi classici, come Animal Crossing o le avventure legate al mondo di Super Mario, con Luigi’s Mansion. Ma anche DLC per Super Smash Bros e più di un nuovo Zelda.

Infine, la diretta è stata conclusa con una vera chicca da parte della Nintendo, una grande sorpresa per tutti i fan: il sequel di The Legend of Zelda: Breath of the Wild. Il gioco che due anni fa ha accompagnato l’uscita della Nintendo Switch e che si è rivelato un vero e proprio capolavoro.

E3 2019
The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2

Quest’ultima rivelazione è ciò che ha fatto volare la Nintendo sul podio dell’evento di quest’anno. Nessuno si aspettava l’uscita del sequel e i pochi secondi di presentazioni lasciano trapelare poche indiscrezioni che lasciano i fan fantasticare sull’evolversi della saga.

This post is also available in: enEnglish

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.