Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

Dungeons & Dragons diventerà una serie tv

Dungeons & Dragons è il signore dei giochi da tavolo, ma non stiamo parlando di qualcosa che può essere apprezzato da tutti come un normalissimo Monopoly o un esilarante Tabù. Si tratta di un gioco dedicato a un ristretta cerchia di giocatori, e questi sono davvero molto esigenti. Per questa ragione tremiamo un po’ all’idea di una serie tv dedicata, sarà all’altezza? Scopriamolo insieme.

Dungeons & Dragons

Dungeons & Dragons è il signore dei giochi da tavolo, ma non stiamo parlando di qualcosa che può essere apprezzato da tutti come un normalissimo Monopoly o un esilarante Tabù. Si tratta di un gioco dedicato a un ristretta cerchia di giocatori, e questi sono davvero molto esigenti. Per questa ragione tremiamo un po’ all’idea di una serie tv dedicata, sarà all’altezza? Scopriamolo insieme.

Parliamo un po’ di Dungeons & Dragons

D&D, perché è con questo acronimo che il gioco da tavola viene comunemente chiamato, è stato creato da Gary Gygax e Dave Ameson ed è stato rilasciato, per la prima volta, nel 1974.

Si tratta di un gioco di ruolo fantasy. A dir la verità si tratta del gioco di ruolo capostipite di tutta un’intera dinastia di giochi di ruolo, nati nella compagnia Gygax, per poi passare attraverso Wizards e approdare, infine, in Hasbro.

Dungeons & Dragons
Dungeons & Dragons è un gioco da tavola di ruolo fantasy

D&D, deliberatamente ispirato, soprattutto nelle primissime versioni, a Il signore degli anelli, vede fronteggiarsi elfi, nani, mezzelfi, orchi, draghi, halfling.

Chi conosce Dungeons & Dragons sa che il gioco in realtà si crea mentre giochiamo. Ma per aiutarci troviamo nelle varie edizioni dei manuali da seguire. La primissima edizione consisteva, appunto, in una scatola contenente tre piccoli manuali. Negli anni si sono susseguite diverse versioni, ma il gioco ha avuto più che altro un grandissimo impatto culturale.

Il famoso gioco di ruolo, infatti, appare in numerosissimi film e serie tv. In The Big Bang Theory, ad esempio, è un tema ricorrente. Mentre l’intera serie tv di Stranger Things ruota attorno al gioco stesso. Il famoso, e temutissimo, Demogorgone, creatura del Sottosopra, è in realtà una figura citata nel Manuale dei Mostri.

L’annuncio della serie tv

È stata la stessa Hasbro, l’attuale detentore dei diritti sul gioco di ruolo ad annunciare la realizzazione di una serie tv in live action ispirata a Dungeons & Dragons.

Stiamo adottando diversi approcci. C’è tanta mitologia nel canone di Dungeons & Dragons da utilizzare per la serie in live action e c’è un forte interesse. Abbiamo parlato con numerosi streamer globali ed emittenti terrestri che si sono rivelati molto interessati a Dungeons & Dragons”.

Ma bisogna stare molto molto attenti, perché questo non è il primo tentativo. È stato già tentato di portare il famoso gioco di ruolo sul piccolo o sul grande schermo, ma si sono rivelati tutti un fallimento dopo l’altro.

Una serie di fallimenti sul piccolo e sul grande schermo

Il primo tentativo riguardava un cartone animato, intitolato proprio Dungeons & Dragons, la cui messa in onda (dall’83 all’85) è stata annullata alla terza stagione, lasciando, tra l’altro, i telespettatori senza l’ultima puntata (mai andata in onda!).

Dungeons & Dragons
Una serie animata e una trilogia di film omonimo sono usciti nel corso degli anni, con scarsi risultati

Fu poi la volta del grande schermo, con un film, omonimo sempre, che uscì nel 2000 ma che si rivelò un completo fallimento. Nonostante la fredda accoglienza del pubblico, il film ebbe un seguito, che non arrivò mai al cinema, ma che fu trasmesso in tv. Ed arrivo, addirittura, un terzo film, questa volta distribuito solamente in Dvd.

Dungeons & Dragons è pronto a rinascere

Negli anni D&D ha avuto un lento e inesorabile declino, accentuato dal fallimento della serie animata e dei film. Eppure il 2020 è stato l’anno della rinascita. Complice, forse, anche la quarantena?

Demogorgone
Il demogorgone che appare in Stranger Things è ispirato al Demogorgone di D&D.

Fatto sta che le vendite sono salite del 20% e che una quinta edizione è arrivata sul mercato. Ma in realtà gli ingredienti di questa rinascita sono altri. Un tempo il fantasy non era di moda. Era roba da nerd e da gente considerata un po’ strana dalla massa. Ma oggi serie tv come Stranger Things ha fatto conoscere il gioco a moltissime persone e cult come Games of Thrones hanno mostrato come il fantasy non sia solo roba da bambini.

Non si sa nulla in realtà sulla serie tv. Hasbro l’ha annunciata e niente più. Sappiamo solo che la sfida è grande, così come le aspettative. Le potenzialità, invece, sono sconfinate. Un mondo articolato e meraviglioso descritto brillantemente nella letteratura fantasy. Non ci resta che aspettare e sperare che questo non sia l’ennesimo fallimento.

This post is also available in: English

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.