Idego: la realtà virtuale come psicoterapia

Idego

Idego nasce con lo scopo di aggiornare un ambiente che è rimasto ovattato in un confortevole passato, quello della psicologia.

Il futuro è la realtà virtuale, ma essa non è solamente ciò che siamo soliti vedere. Oltre al gaming e alle funzionalità ludiche, la realtà virtuale è molto altro ancora. Essa può essere un valido aiuto nell’istruzione, nell’allenare le competenze, nel migliorare la comprensione e nell’intervento psicologico e psicoterapeuta.

Questa è l’idea di Idego, la quale modifica la percezione che il paziente ha di sé e del mondo che lo circonda, in un ambiente protetto e controllato.

L’esperienza Idego

Idego

Con l’evoluzione ed il progresso tecnologico tutti i settori medici si sono adeguati ed hanno implementato le proprie strumentazioni, raggiungendo un efficienza maggiore e migliorando se stessi.

Idego rivisita i vecchi metodi psicoterapeutici con l’implemento delle ultime tecnologie, rivoluzionando anche il settore dei disturbi mentali.

Il progetto è completamente italiano, ed il team è composto da giovani psicologi ed editor, appassionati di innovazione e tecnologia, speranzosi di contribuire al cambiamento.

Le proposte di Idego

Oltre alla realtà virtuale, sulla quale è incentrato l’intero progetto, Idego propone altre due innovazioni che cercano di avvicinare psicologia e tecnologia. Il primo è “Twende!”, un servizio di consulenza psicologica online, gratuito e professionale.

L’obiettivo di Twende è quello di abbattere le barriere geografiche, culturali e sociali che spesso ostacolano un’adeguata terapia psicologica. Oltre a Twende!, Idego porta avanti un progetto di continua ricerca, sviluppo e sperimentazione, con lo scopo di garantire sempre il meglio della tecnologia in campo psicologico.

La realtà virtuale di Idego

Idego punta tutto sulla tecnologia del momento, la realtà virtuale, realizza ambientazioni virtuali, con lo scopo di affiancare la normale terapia psicologica per la cura di disturbi mentali e fobie. Il tutto grazie all’aiuto di esperti psicologi.

Grazie alla realtà virtuale Idego propone una terapia incentrata su un’interfaccia esperienziale, immersività, controllo e flessibilità.

  • Interfaccia esperienziale in quanto la realtà virtuale permette ai pazienti un approccio più immediato e naturale.
  • Immersività in quanto gli ambienti realizzati in realtà virtuale garantiscono un completo coinvolgimento delle abilità cognitive e percettive, come se si trovassero in un mondo reale.
  • Controllo in quanto lavorare su una fobia o un disturbo in un ambiente controllato e protetto, quale quello virtuale, consente di interrompere, ripetere o modificare la realtà a seconda delle necessità.
  • Flessibilità in quanto gli scenari della realtà virtuale possono essere modificati a seconda delle esigenze specifiche del paziente.

Idego in campo pratico

Idego

Le realtà virtuali create da Idego aiutano ed affiancano le normali terapie psicologiche. Con Idego è possibile controllare e lavorare sui disturbi d’ansia e gli attacchi di panico.

Ci sono applicazioni specifiche per trattare il disturbo ossessivo compulsivo e i disturbi psicotici. Inoltre Idego è utilizzato nella riabilitazione, creando ambienti più divertenti e stimolanti rispetto alla realtà di un ospedale, nel mental training degli atleti e nella meditazione.

Le applicazioni di Idego

Utilizzare le applicazioni di realtà virtuale di Idego è molto semplice, basta avere a disposizione un visore ed essere seguiti da un esperto psicologo. Tra le applicazioni troviamo Cerebrum, un’app di riabilitazione cognitiva suddivisa in tre domini cognitivi: memoria e apprendimento, stime cognitive e attenzione.

Cerebrum raccoglie una serie di esercizi in realtà virtuale, con ambienti che riproducono condizioni di vita quotidiana, con lo scopo di migliorare le proprie capacità cognitive. Troviamo poi Driver, applicazione che lavora per curare l’amaxofobia.

L’amaxofobia è la fobia incontrollata ed immotivata di guidare qualsiasi tipo di veicolo. Guidare e spostarsi in automobile è nella nostra società indispensabile, ma per molti è un esperienza altamente ansiosa e stressante che rischia di sfociare in una vera e propria fobia.

C’è poi Clauser, l’applicazione che si prefigge di trattare due tra i disturbi più comuni e diffusi, la claustrofobia e l’agorafobia. Ma le applicazione di Idego non finiscono qui, ce ne sono di altre per curare tutti i tipi di disturbi mentali e fobie.

L’unico limite posto alla realtà virtuale è l’immaginazione.

This post is also available in: enEnglish

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.