Uno sguardo ai laboratori dove si studia il futuro

Laboratori del Futuro segreti e non

laboratori del futuro

Oggi guardiamo al futuro con sogni e speranze, vedendo trasformare la fantascienza in realtà, da un giorno all’altro, come se queste idee saltassero fuori direttamente da un film. Eppure sono tantissime le persone che lavorano dietro ad un singolo progetto, ma dove? In laboratori off-limits dove hanno tutti i comfort e dove le menti geniali si incontrano per creare qualcosa di unico. Diamo ora uno sguardo a quelli che possono essere chiamati oggi laboratori del futuro.

Google Xlaboratori del futuro

Google X è stato a lungo considerato una leggenda, eppure esiste davvero, è un laboratorio segretissimo nato nel 2010, dove lavorano alcuni dipendenti Google. Tra i laboratori delle più grandi compagnie in campo tecnologico, il Google X è tra quelli divenuti più celebri, anche se è stato per i primi anni il più grande segreto dell’azienda Google. La segretezza che avvolgeva il laboratorio i primi anni si è dissolta pian piano, fino a quando Google stesso non ha reso pubblici alcuni dei progetti ai quali lavora il Google X. Astro Teller, ricercatore capo del laboratorio, ha così chiamato i progetti ai quali lavorano: “soluzioni che sanno di fantascienza”. Tra gli altri nel laboratorio si studiano i Google Glasses, le automobili a guida autonoma, diventate realtà e chiamate Waymo e le mongolfiere del Project Loon. Si studia inoltre una batteria potentissima ed ultrasottile, utilizzabile nei futuri smartphone e tablet pieghevoli ed un modo per trasformare l’acqua marina in carburante. Inoltre molti progetti sono incentrati sull’assistenza medica: polsini che monitorano la salute, lenti a contatto che controllano i livelli di glucosio, bastoni per aiutare persone affette dal morbo di Parkinson, ecc.

Apple Lablaboratori del futuro

Tra le aziende più futuristiche troviamo senza dubbio la californiana Apple. La compagnia ha un laboratorio segreto a Berlino, dove lavorano solamente 20 persone, l’Apple Lab. Il team, che comprende ingegneri, esperti di software, hardware, ecc, lavorano ad un progetto di automobile elettrica a guida autonoma. Ma questo non è l’unico laboratorio segreto di Apple, anche se è il più conosciuto, ci sono infatti indiscrezioni secondo cui, in un secondo laboratorio segreto, a Taiwan, si stiano studiando futuristici display oled curvi. È sempre dal laboratorio asiatico, inoltre, che sono nati i display che attualmente montano gli iPhone 8 e l’iPhone X.

Le batcavelaboratori del futuro

Il simpatico nome, ripreso dalla celebre batcaverna, sta ad indicare i laboratori segreti di Ebay. In questi laboratori, che contano circa una ventina di dipendenti solamente, non si studia per implementare il mercato virtuale dell’azienda, ma per realizzare futuristici negozi reali, con camerini intelligenti e commessi virtuali.

I laboratori segreti di Amazonlaboratori del futuro

I dipendenti del laboratorio segreto Amazon possono lavorare immersi nel verde delle campagne inglesi, è lì infatti che si sta perfezionando il servizio Prime Air, per le consegne veloci con i droni e l’assistente virtuale Alexa. Inoltre, grazie ai laboratori Amazon, si è resa possibile l’apertura di Amazon Go, il primo prototipo di supermercato senza dipendenti, ma completamente automatizzato.

Space 10laboratori del futuro

Lo space 10, laboratorio non proprio segreto di Ikea, si trova nel centro di Copenaghen. Non proprio segreto perché le pareti sono completamente di vetro. Qui si studiano gli alimenti realizzati con la stampante 3D, la carne artificiale e alimenti a base di alghe ed insetti. Gli esperti dipendenti lavorano inoltre sulla realizzazione di una tecnologica fattoria idroponica e su avanzati strumenti per il riciclaggio domestico. Lo Space 10 ha inoltre lavorato per la realizzazione di Vaju, un dispositivo per il controllo della qualità dell’aria all’interno dell’abitazione, in grado all’occorrenza di aprire le finestre per lasciare circolare l’aria. Essendo Ikea leader nel settore dell’arredamento, inoltre, non fa mancare nulla ai suoi dipendenti in questo senso, infatti, nel laboratorio stesso, sono state realizzate speciali scrivanie rotanti, in modo da poter stare sempre in direzione del sole o da poter comunicare in tutta facilità con i propri colleghi.

This post is also available in: enEnglish

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.