Crollano i prezzi di SSD: Hard Disk al capolinea?

L’analisi degli esperti di mercato vede il prezzo delle memorie flash in crollo verticale da qui al 2017: le memorie di vecchia generazione non usciranno di scena, ma equipaggiare una macchina con memoria flash non sarà più una spesa ragguardevole

La scelta di equipaggiare il proprio PC, magari non proprio appena acquistato, con una memoria SSD si è spesso rivelata un toccasana per le prestazioni della macchina e di conseguenza per la vita che passerà con noi nel quotidiano. Di contro, la scelta di montare quel tipo di memoria spesso ha inciso con una spesa non trascurabile: il bivio di fronte al quale si sono sempre trovati i consumatori al momento dell’acquisto di un nuovo PC, tuttavia, sarà presto una strada a senso unico. Le memorie SSD, stando alle previsioni degli esperti di DRAMeXchange, costeranno nel 2017 solo 11 centesimi in più rispetto all’archiviazione tradizionale.

slant[1]

Come in tutte le previsioni non si può dare il 100% di sicurezza, ma in questo caso siamo di fronte a dati che assomigliano più a certezze che non a speranze. Già oggi il mercato abbonda di PC di medio livello equipaggiati con memorie solide a prezzi concorrenziali: l’economia di scala e la competizione agguerrita dovrebbero fare il resto, assieme al progresso tecnologico sulla ricerca di settore che alzerà il prezzo della novità spingendo in basso quello che sta diventando normalità

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.