Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

Smishing, attacchi informatici

Cos’è lo smishing e come difendersi dai messaggi spam che spesso intasano i nostri smartphone. In questo articolo vediamo insieme questo fenomeno.

Purtroppo capita spesso, ormai, che sul nostro smartphone possano arrivare messaggi di testo, i buon vecchi SMS, del tutto fraudolenti. Si chiama smishing ed è un fenomeno di cui si parla molto in rete. Messaggi di testo SMS che arrivano per truffarci. Vediamo insieme di cosa si tratta e come difendersi.

Cosa vuol dire smishing

La parola in sé e per sé è l’unione di SMS e phishing (in inglese “truffa“). Sono messaggi che spesso affermano di provenire dalla nostra banca o dalle poste e chiedono informazioni personali o sui nostri conti corrente.

Se deciderete di seguire le istruzioni del messaggio potreste rimanere vittime di una truffa finanziaria in cui dei cyber criminali stanno rubando i dati delle vostre carte di credito, o ancora peggio la vostra identità.

smishing messaggi fraudolenti
Lo smishing è un fenomeno di truffa digitale che si adopera con i messaggi fraudolenti.

Sinora si era vista una cosa simile con le e-mail. I truffatori inviavano messaggi spam che avevano al loro interno link o allegati pieni di malware.

Adesso si usano anche gli SMS, che colpiscono un target diverso, ma che sortiscono la stessa piaga.

L’esca dello smishing

Parlavamo di target. Se coloro che aprono mail obsolete sono in una fascia d’età che va dai 40 ai 60 anni, le vittime dello smishing hanno un’età media tra i 65 e gli 80 anni.

Infatti, uno studio ha dimostrato che ad utilizzare gli SMS sono una fetta ampia di popolazione che ancora non ha dimestichezza con l’utilizzo dello smartphone.

Non conoscendo bene come funzionano i link e gli allegati, ma soprattutto non conoscendo le regole di internet, queste persone tendono a credere a ciò che leggono e si lasciano spesso attrarre dai testi dei messaggi.

La maggior parte delle persone, in particolare le generazioni più giovani, sanno bene quali sono i rischi di frode sul web, ma alcune categorie di utenti ancora non diffidano di tutto ciò che compare sul loro smartphone.

Non utilizzano i sistemi operativi al 100% delle loro potenzialità e pensano che il proprio cellulare sia più sicuro del computer, quindi si fidano degli SMS.

I dispositivi più colpiti

Tra i dispositivi più colpiti da questo fenomeno ci sono quelli Android. Questo perché sono i più venduti ed utilizzati proprio dalle fasce d’età sopra descritte.

Il cyber crimine si sta però evolvendo giorno per giorno e lo smishing non ha limiti di sistema. Infatti, anche su iOS è possibile cadere vittime di queste truffe da quattro soldi.

Inoltre, c’è da dire che spesso utilizziamo lo smartphone senza pensare a cosa facciamo. Siamo distratti, sempre di fretta e questo implica che si abbassi la guardia e si risponda ad un messaggio in maniera frettolosa ed ingenua.

Cosa vogliono i cyber criminali?

Principalmente chi fa smishing vuole ottenere i dati personali dell’utente o rubare denaro dalle carte di credito del povero mal capitato.

Alcuni, i più audaci, riescono a mettere a soqquadro sistemi bancari interi e attaccano le aziende tramite i dipendenti, ignari di ciò che stanno lasciando fare al ladro digitale.

smishing frode conti bancari
Chi adopera lo smishing punta ad accaparrarsi i dati personali di banche e utenze di pagamento online delle vittime.

Per effettuare le loro truffe adottano principalmente due metodi. Creano messaggi nascosti mandandoli a nome di utenti che la vittima conosce. Un esempio tra i più citati online è quello del messaggino della tua banca che ti chiede di accedere ad un link per modificare i dati della carta di credito in scadenza.

Un’altra strada è quella degli allegati obsoleti. Proprio come nelle email spam, all’interno del messaggio c’è un allegato con un’offerta o un’immagine dedicata ad un interesse dell’utente su cui viene chiesto di cliccare.

Proteggersi dai cyber attacchi

Proteggersi da questi attacchi è facile. L’importante è prima di tutto non credere ai testi dei messaggi e cestinarli.

Non fare niente è sicuramente la prima e più grande soluzioni da adottare contro queste truffe.

Campanelli di allarme ad una truffa sono i messaggi urgenti di riscatto offerte, o ancora messaggi provenienti dalla banca o dalle poste in cui vi si chiede di cambiare i vostri dati di accesso. Nessun istituto di credito vi contatterebbe mai via SMS per una cosa del genere.

smishing frode allerta
State attenti alle frodi e proteggetevi dallo smishing evitando i messaggi che vi sembrano spam.

Se non conoscete il mittente, cestinate. Questa è un’altra buona regola per tutelarsi. In particolare state attenti ai messaggi che provengono dall’estero o che hanno un prefisso strano.

Infine, non lasciate mai all’interno del vostro smartphone le vostre informazioni private e denunciate eventuali truffe per proteggere gli altri dagli attacchi di smishing.

 

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.