Hydrogen One: lo smartphone olografico

Hydrogen One

Negli ultimi giorni stanno letteralmente rimbalzando le notizie riguardanti Hydrogen One quello che è stato definito come lo smartphone del futuro in quanto presenterebbe delle caratteristiche assolutamente innovative e mai viste prima d’ora.
In particolare parliamo di un dispositivo mobile in grado di proiettare ologrammi, tranquillamente visibili senza l’utilizzo di un visore esterno, in modo da offrire un’esperienza incredibile all’utente.
Questo prodotto segna probabilmente il passaggio ad un nuovo tipo di tecnologia e ha già fatto letteralmente “impazzire” i migliaia di fan di saghe futuristiche come Star Wars, i quali rivedono in questo prodotto una rivisitazione di quelli mostrati in tali film.

Caratteristiche tecniche

Ciò che è lecito domandarsi fin da subito è in che modo Hydrogen One possa offrire tale tipo di riscontro sfruttando quella che è la tecnologia odierna. Nello specifico lo smartphone prodotto da Red, una compagnia specializzata per lo più nella produzione di telecamere e affini, presenta uno schermo olografico da 5,7 pollici che garantisce esperienze tridimensionali proiettando degli ologrammi in formato audio stereo.
Oltre a questo sono ancora pochissime le indiscrezioni che lo riguardano in quanto, intorno alla presentazione ed al suo lancio ufficiale, si è generato un polverone non da poco. Quel che si sa per certo è che sfrutterà il sistema operativo Android, sarà dotato di connettore USB Tipo C, di una porta microSD e di un’uscita per le cuffie.
Il prodotto, inoltre, sarà modulare nel senso che sarà possibile intercambiare diverse parti in modo da rimuovere o aggiungere dei pezzi per ottenere delle caratteristiche differenti. Un qualcosa di assolutamente innovativo che senza dubbio non si era mai visto prima d’ora.
Lo smartphone “del futuro” pertanto, appare ancora come una grossa incognita in quanto non si conoscono ancora con precisione tutte le peculiarità ed i servizi che, sicuramente, potrà offrire all’utenza. Ciò che emerso come quasi certo, però, è il prezzo il quale dovrebbe aggirarsi intorno ai 1195 Dollari per la versione base in alluminio e 1595 per quella di fascia alta in titanio.

Scetticismo e curiosità

Dopo l’annuncio ufficiale e le prime immagini mostrate di Hydrogen One, i sentimenti del pubblico mondiale sono stati naturalmente contrastanti. C’è chi infatti ha accolto la notizia con stupore misto a curiosità per quello che potrebbe essere uno dei prodotti più rivoluzionari della nostra epoca e chi al contrario ha mantenuto un profilo basso improntato sullo scetticismo.
In particolare gli scettici avvalorano la propria tesi basandosi sul fatto che, fino a questo momento, oltre ai pochi dettagli tecnici è stata mostrata una singola fotografia che ritrae il retro di un dispositivo completamente nero apparentemente anonimo.
Il fondatore di Red Jim Jannard, però, ha rilasciato delle dichiarazioni importanti che mirano senza dubbio a rassicurare l’utenza circa la validità e l’effettiva qualità di questo prodotto. In particolare ha dichiarato: “Si tratta di una tecnologia che non avete mai visto. Sembra un prodotto incredibilmente di nicchia ma si rivolge ad un pubblico molto ricco ed appassionato.”
Non sono mancate le dichiarazioni anche di personaggi illustri e competenti del settore come Ben Wood della Bbc il quale ha affermato: “Il pubblico è più che felice di prendere Red in parola e di riservare una grande quantità di denaro al prodotto di una compagnia, di cui hanno così pochi dettagli”, e David Shapton di RedShark : ” Ci saranno i dubbiosi, gli odiatori. Ma c’è anche ogni ragione per essere un credente. A questo punto iniziale è esattamente ciò che sono.”
Le buone premesse, insomma, ci sono tutte e permettono realmente di sognare uno smartphone che possa offrire una tecnologia mai vista prima. Non resta che aspettare la data ufficiale di lancio e verificare se effettivamente quanto detto sarà mantenuto in tutto e per tutto.