Horizon Zero Dawn recensione gioco

Il 1 Marzo è uscito, ufficialmente, l’ultimo titolo di Guerrilla Games, Horizon Zero Dawn. Il videogioco, che già in fase di sviluppo aveva fatto schizzare alle stelle l’hype di milioni di appassionati, è ambientato in uno scenario post-apocalittico nel quale la natura selvaggia si è riappropriata degli spazi, immergendo le grandi metropoli di un verde rigoglioso.
Gli ultimi superstiti umani si sono organizzati in tribù e devono lottare, quotidianamente, contro le macchine, per preservare la propria sopravvivenza.
Tra intrighi e misteri da svelare, il giocatore vestirà i panni di Aloy, una giovane protagonista, la quale dovrà combattere e portare alla luce la propria identità.
Horizon Zero Dawn, in questo senso, offre temi riflessivi decisamente molto delicati ma, allo stesso tempo importanti, come la forza della natura e la poca attenzione dell’uomo nel preservare il pianeta Terra.

Quest e longevità

Horizon Zero Dawn, come visto, presenta una trama principale che, di per se, per com’è strutturata ed architettata promette di regalare non poche ore di gioco all’utente.
La quest principale, infatti, riesce a tenere sempre viva l’attenzione del videogiocatore proiettandolo in storie, avvenimenti e situazioni sempre stimolanti.
Stesso discorso vale per le missioni secondarie o facoltative, le quali, al di la di qualcuna incentrata esclusivamente su attività come consegne di oggetti, sono sempre interessanti e mai tediose.
Grazie a queste quest, infatti, è possibile scoprire informazioni aggiuntive circa le diverse tribù e addentrarsi in nuovi luoghi tutti da esplorare.
In questo gli sviluppatori dimostrano di aver strutturato queste opzioni supplementari per offrire nuove esperienze al videogiocatore e di non averle considerate solo un mero espediente riempitivo.

Gameplay

Il gameplay di Horizon Zero Dawn è fluido e scorrevole e permette di poter usufruire di un gran numero di opzioni.
L’IA delle belve robotiche, infatti, è molto sviluppata e, pertanto, mette il giocatore in condizione di dover ideare, spesso, strategie apposite per ogni mostro, in modo da poterlo eliminare senza eccessivi problemi.
Le armi messe a disposizione sono molteplici e variano dal semplice arco, alla lancia, fino a strumenti più sofisticati come trappole di vario tipo.
Le diverse armi, inoltre, in base alla loro struttura permettono di infliggere danni elementali, fondamentali in base al tipo di nemico da affrontare.
Il combat system, in questo, è decisamente molto convincente e positivo, in quanto permette al player di escogitare la propria strategia adattandola volta per volta.
L’unica pecca riguarda l’IA dei nemici umani la quale non è assolutamente paragonabile a quella delle bestie.

Aspetti tecnici

Horizon Zero Dawn si propone come un RPG open world incentrato, quindi, anche sulla crescita del personaggio (basata su esperienza e punti abilità) e l’esplorazione del mondo circostante.
Il tutto è stato perfettamente amalgamato con gli elementi action presenti nel gioco il che rappresenta un ulteriore aspetto decisamente molto positivo di questo titolo.
La mappa è molto grande, completamente esplorabile con panorami mozzafiato che promettono di lasciare il player a bocca aperta.
Tutto questo è favorito da un comparto grafico eccellente e da una risoluzione ottimale sia di giorno che di notte.
Presente qualche raro bug, soprattutto nel passaggio da una scena ad un’altra, e qualche texture caricata in ritardo, anche se nulla di particolarmente significativo.
Il comparto audio è ottimale, anche se pecca leggermente in quella che è la traduzione italiana (buona ma non quanto l’originale).
Le musiche sono sempre calzanti e costituiscono, spesso, delle cornici ideali per momenti particolari legati all’avventura o all’esplorazione.

Voto finale

Horizon Zero Dawn si candida, quindi, come uno dei titoli più interessanti di quest’anno. Nello specifico abbiamo analizzato quelli che sono i pregi:

– Ambientazioni mozzafiato e graficamente eccellenti.
– Mondo ampio e stimolante.
– Ottima coesione tra elementi RPG, open world e action.

E i difetti:

– IA dei nemici umani inferiore a quella delle bestie robotiche.
– Poca influenza delle scelte del giocatore.

In conclusione, il voto finale per Horizon Zero Dawn è 9, in quanto, nonostante siano presenti alcuni dettagli da migliorare, il titolo è un vero e proprio capolavoro e merita di essere giocato.