Trovato il modo di invertire il processo di invecchiamento cellulare

Il professor João Passos e la dottoressa Clara Correia-Melo
Il professor João Passos e la dottoressa Clara Correia-Melo
Il professor João Passos e la dottoressa Clara Correia-Melo

Rimuovendo i mitocondri dalle cellule è possibile innescare un processo di ringiovanimento.

Restare giovani e in salute per tutta la vita. Dopo il clamoroso annuncio fatto da un’equipe di scienziati statunitensi della Mayo Clinic, che effettuando dei test su cavie animali è riuscita a prolungarne la vita del 35 per cento, un team di ricercatori dell’Institute for Aging at Newcastle University ha fatto sapere di aver trovato il modo di invertire il processo di invecchiamento cellulare. Il gruppo di scienziati, guidato dal professor João Passos, ha dimostrato che rimuovendo i mitocondri dalle cellule umane è possibile innescare un processo di ringiovanimento.

Cancellati anche i danni dovuti all’invecchiamento – I ricercatori sanno da tempo che il processo di invecchiamento viene innescato da diverse tipologie di danno alle cellule. La cosiddetta senescenza cellulare, associata a tali danni, rende alcune cellule incapaci di replicarsi. Con il passare degli anni queste si accumulano, causando danni ai tessuti sani circostanti e dando il via ad un aumento dei livelli di specie reattive dell’ossigeno (ROS). I risultati dello studio, pubblicati sulle pagine della rivista scientifica The EMBO Journal, sono importantissimi perché per la prima volta chiariscono il ruolo dei mitocondri – centrali energetiche delle cellule – nel processo di invecchiamento.

Innescato un processo di ringiovanimento – Precedenti studi avevano già evidenziato il collegamento dei mitocondri alla produzione di ROS, ma il team di Passos ha voluto sviscerare ancor meglio questi legami. Per la sperimentazione sono state usate delle cellule umane cresciute in laboratorio, e alle quali i ricercatori hanno rimosso quasi tutti i mitocondri tramite un processo chiamato mitophagy, usato dal corpo per sradicare i mitocondri difettosi. Le reazioni sono state immediate: i livelli di marcatori di invecchiamento cellulare sono diminuiti drasticamente, tanto da renderle simili alle cellule più giovani. Secondo Passos è colleghi si è innescato un vero e proprio processo di ringiovanimento cellulare.

I risultati sono “sorprendenti ed emozionanti” – “Questi nuovi risultati evidenziano che i mitocondri sono essenziali per l’invecchiamento delle cellule”, spiega il responsabile dello studio. I risultati ottenuti, sottolinea poi la dottoressa Clara Correia-Melo, ricercatrice del Newcastle’s Institute for Aging nonché coautrice dello studio, potrebbero avere importanti implicazioni per la salute: “Questa è la prima volta che una ricerca dimostra che i mitocondri sono necessari per l’invecchiamento cellulare. Ora siamo un passo più vicini a ideare terapie che prendono di mira i mitocondri per contrastare l’invecchiamento delle cellule”.

I commenti sono chiusi.