Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

Apple Silicon il nuovo processore è in arrivo

Modulare e flessibile, il nuovo processore Apple

Il nuovo processore Apple Silicon

Grandi cambiamenti per Apple: tutte le piattaforme infatti verranno rinnovate con Apple Silicon. Dall’iPhone all’Apple Watch, tutti gli i prodotti avranno per la prima volta un processore made in Cupertino, svincolandosi dalla partnership di oltre 15 anni con Intel.

I nuovi prodotti saranno acquistabili già dal prossimo autunno, così si evince dall’annuncio durante il WWDC 2020. L’evento si è svolto in modo totalmente differente a causa della pandemia ancora in atto, a differenza delle altre volte infatti non c’è stato un evento fisico ma è stato invece distribuito un video. Registrato direttamente all’interno dell’Apple Park (non solo allo Steve Jobs Theater, ma anche all’interno delle palestre e nei laboratori di ricerca).

Apple Silicon

Cook lo annuncia alla fine del video «È un giorno storico per il Mac, lo portiamo a un nuovo livello.» e sarà di un nuovo livello anche il sistema operativo. Infatti contestualmente arriverà anche Mac Os Big Sur il nuovo software realizzato ad hoc per dare vita a delle performance incredibilmente ottimizzate.

Cook ha sottolineato di come però tutta la linea precedente sarà ancora supportata dall’assistenza tecnica, rassicurando così i possessori dei vecchi prodotti Apple.

Il nuovo chip garantirà maggiore sicurezza, ma anche una migliore gestione delle risorse e quindi di conseguenza una durata maggiore della batteria.

keynote di Aplle Silicon
L’annuncio di Apple Silicon durante l’Apple WorldWide Developers Conference 2020

Johnny Srouji, a capo del reparto Hardware di Apple, nel video ha poi spiegato di come la transizione delle app sarà guidata da loro, fornendo anche dei kit per testare i programmi. Questo per fare in modo che tutti i prodotti risultino compatibili con il nuovo sistema operativo. Lo stesso Big Sur che sarà disponibile sia per Intel che per Apple Silicon.

Per dare la possibilità però a tutti le applicazioni di essere aggiornate correttamente Apple ha realizzato anche Rosetta 2 un emulatore specifico per far girare i programmi progettati per Intel. A questo riguardo Microsoft e Adobe si stanno già mettendo al lavoro per permettere a Office e Photoshop di funzionare sul nuovo sistema operativo di Apple.

Questo nuovo processore è ideato per garantire alte performance per operazioni come il video editing e il Machine Learning. Ma sarà perfetto anche per la crittografia o la gestione di output in HDR che solitamente richiedono molta potenza di calcolo.

Scopriamo le specifiche

All’interno del nuovo SoC troveremo una nuova memoria unificata, una DRAM ad alta efficienza, una GPU potente e un processore audio completamente  rinnovato. Il tutto organizzato a blocchi per permettere una maggiore velocità.

Con questo tipo di ripartizione Apple può potenziare determinati task in base alle necessità di ogni suo prodotto, per modellare il processore secondo il proprio bisogno. Mentre prima, con il processore Intel, questa cosa era impossibile.

I nuovi processori utilizzano sempre l’architettura ARM_64 ma sono realizzati completamente da Apple, per questo motivo durante il keynote non è mai stato nominato l’ARM.

il sistema a blocchi di Apple Silicon
Un esempio di com’è organizzato il sistema a blocchi di Apple Silicon

Il processore quindi sarà a 5 nanometri con lo stesso Core che Apple userà sull’A14. Durante il keynote si è potuto vedere come il nuovo processore riesca ad eseguire alcuni particolari calcoli in un decimo di secondo rispetto ad un processore tradizionale.

Inoltre con i nuovi processori sarà possibile tenere sempre tutte le applicazioni aggiornate, anche se il computer è in stand-by (cioè a consumi ridottissimi). Un computer sempre pronto quindi che è capace di sfruttare i tempi “morti” per migliorarsi senza andare a gravare sulla batteria.

Ma per scoprire le effettive performance dovremo ancora aspettare qualche mese, Tim Cook assicura che per fine anno sarà lanciato il primo Mac con il processore Apple Silicon, a noi non resta che aspettare.

This post is also available in: English

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.