Enkey Magazine
Sito di informazione tecnologica

Carbon: e-bike che sembra una moto

Carbon, ovvero l’e-bike che sembra una moto. Scopriamo insieme questa novità su due ruote che sembra stia per diventare un must have di tutti coloro che adorano muoversi pedalando.

Quella di cui stiamo per parlarvi potrà sembrarvi una moto. In realtà la nuova Carbon di Moto Parilla è un’e-bike in piena regola: sicura, comoda, ma soprattutto elettrica. Vediamola insieme.

Thank you for reading this post, don't forget to subscribe!

Carbon: l’e-bike che sembra una moto

Lo avevate già letto nel nostro titolo: la nuova Carbon di Moto Parilla, un’e-bike sportiva e dinamica, in realtà a guardarla sembra una moto.

Forse perché nasce dalla mente del team di esperti Parilla di Reggio Emilia – si sa che che in Romagna di moto se ne intendono – o forse semplicemente perché l’obiettivo di questa nuova bici elettrica è creare un nuovo modo di vivere la mobilità su due ruote. Fatto sta che questa nuova bicicletta tutto pepe pare a tutti gli effetti una motocicletta di quelle da motocross, ma in realtà propone viabilità eco-sostenibile.

Scopriamo com’è stata creata e come si comporta su strada.

Moto Parilla e il suo giovane team

Moto Parilla è conosciuta anzitutto come casa motociclistica – appunto – finché nel 2017 non è stata poi acquistata Filippo Beltrami, un giovanissimo imprenditore che con un altrettanto giovane gruppo di amici suoi coetanei ha deciso di recuperare il marchio e scommetterci sopra.

carbon e-bike moto parilla
La Carbon e-bike è uno dei prodotti di punta del marchio Moto Parilla

Beltrami e il suo giovane team adesso si sono lanciati nel mondo delle e-bike con l’obiettivo di creare biciclette elettriche che spingano come motociclette – e che vi somiglino pure esteticamente.

Ultra Carbon, l’ultima nata, viene prodotta a Reggio Emilia ed è una limited edition del brand. La stessa versione esiste anche come city bike, è portatile e si chiama Trilix.

E-bike style

Linee sinuose e sportive. Quelle che hanno fatto la storia della motocicletta. Parte da qui il progetto della Carbon che propone prodotti di desing eco-sostenibili sotto ogni punto di vista. Uno tra tutti che i loro veicoli sono elettrici.

I materiali utilizzati sfruttano pochissime componenti commerciali, questo li rende esclusivi. Non a caso il 98% dei pezzi viene interamente realizzato proprio da Moto Parilla in Italia.

Anche l’assemblaggio è fatto in sede, a mano. Il prodotto viene poi spedito con un filiera certificata e garantita. Insomma, a prova di bomba.

Com’è Carbon e-bike su strada?

Secondo le recensioni trovate sul web, la Carbon ha freni precisi e gomme extra large. Una bici perfetta soprattutto per terreni impervi e spesso fangosi (ricordiamo che della Carbon esiste anche la versione city bike, la Trilix, che ha invece gomme più leggere).

carbon e-bike limited edition
Le versione limited edition della Carbon e-bike è mimetica

Ha un cambio particolare: è inserito nel mozzo, in modo che non si sporchi. Questo cambio ha la caratteristica di attivarsi all’occorrenza come acceleratore, quindi la spinta della bici non è come quella di una classica elettrica sportiva, ma va oltre (assomiglia appunto alla spinta di una motocicletta).

Un po’ troppo pesante: la fibra in carbonio e alluminio alleggeriscono i suoi 38 kg. Sicuramente troppi per gli esperti di questo tipo di bicicletta, ma se si pensa alle componenti motorie e alla capacità delle gomme, si capisce il perché di questo peso.

La sua sella

Parliamo di confort: ha una sella in cuoio super comoda. Realizzata a mano, sembra proprio quella di una moto.

Non è la sola cosa che caratterizza la comodità della Carbon: ha dei particolari tondi sul telaio che aiutano lo spostamento dell’e-bike. Se la pensavate pesante quindi, è vero che i salita i kg di troppo forse li sentirete tutti, ma se dovete appenderla ad un supporto in garage sarà piuttosto semplice sollevarla da terra.

Sensazioni di guida

Ottime. Questo è quello che si evince da chi l’ha provata e recensita.

Ha un’ottima tenuta di strada. Una bici elettrica stabile, con una pedalata facilitata che può raggiungere 25 km/h (che è poi il limite consentito dalla legge del nostro paese per questo tipo di veicolo su due ruote).

Se si smette di andare sui pedali, la bici si ferma. Questa è un’altra tipica caratteristica delle pedalata assistita, che viene mantenuta sulla Carbon per questioni burocratiche. Chissà che in futuro non si riesca a creare una bici elettrica con un motore autonomo.

Vedremo. Intanto, la nostra super e-bike ha una batteria di 100 km di autonomia, sistemata sull’orizzontale. La si può chiudere con la chiave e non si vede perché la Carbon esteticamente è studiata per nascondere le componenti meccaniche.

Essendo un prodotto personalizzabile, il prezzo è variabile, ma se siete degli appassionati vale davvero la pena.

 

I commenti sono chiusi.