Apple e Samsung si preparano ad eliminare le SIM per sempre

pericolo-violazione-per-750-milioni-di-sim-card-SIM_hacker_Des_rubrica_smartphone_virus[1]Secondo un nuovo report, i due più grandi colossi del settore smartphone starebbero discutendo con gli operatori telefonici per l’adozione di un nuovo standard per le schede SIM

Le schede SIM come le conosciamo oggi sono destinate a scomparire, e secondo il nuovo report del Financial Times questo potrebbe succedere molto presto. Stando a quanto rivelato dalla fonte, i principali protagonisti della nuova rivoluzione saranno Apple e Samsung, che hanno già iniziato ad imbastire i primi accordi con gli operatori telefonici. Questi prevedono l’adozione in massa delle cosiddette e-SIM.

ipad_air_2_apple_sim[1]

Le embedded SIM sono sostanzialmente dei chip che verranno integrati all’interno del dispositivo e che non possono essere naturalmente sostituiti. Grazie all’uso di una e-SIM, ad esempio, sarà più semplice da portare a termine la procedura di cambio gestore, che non prevederà la sostituzione fisica della scheda SIM legata allo stesso. La portabilità da un operatore all’altro avverrà quindi interamente lato software.

Il nuovo standard potrebbe debuttare già a partire dall’anno prossimo in volumi, ma non è qualcosa di mai visto. Apple ha già anticipato la tecnologia con Apple SIM, una caratteristica integrata sugli ultimi iPad Air 2 con connettività LTE che consente la possibilità di cambiare fra gli operatori disponibili a totale discrezione dell’utente. I vantaggi potrebbero essere anche di natura strutturale, con i dispositivi di domani che non avranno bisogno dello slot specifico.

Questo si traduce con una semplificazione del processo produttivo del dispositivo, uno spazio maggiore per l’hardware integrato e la possibilità di vedere terminali ancora più sottili. Un cambiamento di questo tipo prevede naturalmente un’adozione degli operatori su scala internazionale. L’e-SIM ha senso se tutti gli operatori la supportano, e solo così è possibile eliminare del tutto la necessità della scheda SIM come è intesa oggi, nella sua accezione più “fisica”.

La GSM Association, il gruppo che rappresenta gli operatori telefonici, ha detto al Financial Times che “una grande maggioranza di operatori” sta lavorando sul passaggio in massa all’e-SIM: fra questi vengono citati AT&T, Deutsche Telekom, Vodafone, Telefonica, Orange, oltre a tutta una serie di operatori internazionali non meglio specificati. Oltre agli operatori, partecipano attivamente al progetto Apple e Samsung, che contribuiranno attivamente nello sviluppo dello standard.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.