Prey: recensione gioco

Uno dei giochi più interessanti di questa prima metà del 2017 e che ha fatto tanto parlare di se è senza dubbio Prey.

In un misto di elementi fantascientifici, sparatutto e storie coinvolgenti, infatti, il titolo di Arkane Studios ha saputo davvero catturare milioni di appassionati mostrando qualcosa di totalmente innovativo e, proprio per questo, decisamente interessante.
Un gioco stratificato e ben curato nei dettagli che ha sicuramente meritato tutta l’acclamazione e l’hype creatasi attorno alle vicende che lo riguardano.

Trama

La trama di Prey propone elementi fondamentalmente già visti in numerose opere cinematografiche, letterarie e video ludiche ma proposte sotto un punto di vista davvero coinvolgente e sorprendente.
In particolare il protagonista è Morgan Yu facente parte della stazione spaziale Talos-1. Tutto il plot narrativo gira intorno ad una minaccia aliena antropomorfa imminente che rischia di mettere in pericolo l’intera umanità.
Il videogiocatore sarà quindi guidato passo dopo passo a scoprire di più riguardo questa misteriosa minaccia fino ad avere un quadro generale molto più completo e dettagliato. 
Ciò che c’è da sottolineare riguardo la trama di Prey è che, almeno per le prime due ore di gioco, il ritmo è molto lento scandito da azioni abbastanza guidate che permetteranno al giocatore di acquisire confidenza con il titolo. Superata questa prima fase, però, il trend si invertirà bruscamente con un crescendo costante di emozioni, scoperte e storie coinvolgenti al limite dell’immaginabile.
Il titolo, man mano che si prosegue, assume alcune caratteristiche di un vero e proprio GDR non tanto per i personaggi ma quanto per le incredibili possibilità che si hanno. Oltre alla trama principale, infatti, il giocatore ha la possibilità di svolgere una grande quantità di attività e quest secondarie, le quali non risultano mai banali ma servono in ogni caso a raccontare una storia e mostrare dettagli interessanti al protagonista.
In più c’è da dire che anche la trama principale è condita da continue scelte le quali possono cambiare inesorabilmente le sorti di personaggi e situazioni particolari.

Gameplay

Come visto la trama e la strutturazione delle vicende in Prey rappresentano senza ombra di dubbio un punto assolutamente a favore di questo titolo. Oltre a questi aspetti però c’è da considerare anche un ottimo gameplay che sicuramente non lascia a desiderare.
La bellezza di questo titolo, infatti, risiede anche nella varietà che lo caratterizza e nella volontà di non far fossilizzare il giocatore su un solo stile di gioco ma nell’offrirgli la possibilità di testare, provare e sperimentare nuove strategie a seconda delle circostanze e delle situazioni.
Proprio per questo il gampelay alterna fasi stealth, nelle quali aggirare nemici eccessivamente forti, fasi shooting, leggermente macchinose ma comunque ben realizzate, e fasi più strategiche nelle quali analizzare i vari elementi messi a disposizione dall’ambiente e dalle circostanze in modo da uscire indenni dalle diverse situazioni.
Un mix insomma che si propone davvero interessante ed affascinante.
In più c’è da aggiungere che anche il sistema di crescita del personaggio rappresenta un punto di forza di questo titolo. In particolare egli possiede sia abilità umane che abilità aliene da poter potenziare a proprio piacimento in modo da adottare lo stile di combattimento e di gioco che più si preferisce.

Conclusioni e voto finale

In conclusione si può affermare, senza mezzi termini, che Prey sia realmente una perla da giocare assolutamente soprattutto se amanti del genere.
Questo confermato a maggior ragione dai numerosi pregi che il titolo presenta come:

  • Gameplay variegato
  • Esplorazione interessante
  • Trama principale e secondarie coinvolgenti e mai noiose
  • Colonna sonora eccezionale

E da quello che forse è l’unico difetto:

  • Shooting non proprio al top

Il voto finale per questo titolo, pertanto, è un meritatissimo 9 che conferma quanto realmente meriti di essere provato e gustato fino all’ultimo secondo.

9
  • Voto 9

Condividi


Potrebbe piacerti anche Altri di autore